USA: Pandora batte YouTube per la musica nel 2016 e ora è in partnership con Ticketfly

USA: Pandora batte YouTube per la musica nel 2016 e ora è in partnership con Ticketfly

Tira un buon vento dalle parti del quartier generale di Pandora e lo dimostrano due notizie fresche. La prima è che negli Stati Uniti il servizio di streaming on demand, nel 2016, ha superato YouTube in quanto ad ascolti musicali, raccogliendo il 28% dei totali settimanali, contro il 37% di YouTube. I dati sono il risultato di un'analisi condotta da MusicWatch, sugli ascolti via Pandora (sia quelli free che quelli su abbonamento). Spotify ha invece fatto registrare un 17% di ascolti musicali settimanali globali nel 2016

MusicWatch in un comunicato spiega:

Questi tre servizi leader, insieme, aggregano il 72% delle ore di ascolto di musica in streaming. La media di ascolto settimanale del 2016 è di poco più di 21 ore.

Il rapporto dice anche che Apple Music e Amazon avrebbero un misero 4% - a iHeartRadio va invece un 6%.

Su un altro versante, poi, Pandora ha concluso un'importante partnership con Ticketfly, la compagnia nata per aiutare i fan a vendere fra privati i biglietti dei concerti senza cadere nel tranello dei prezzi gonfiati del secondary ticketing. Questo avviene tramite uno speciale software in cui promoter e locali hanno la facoltà di intervenire e calmierare i prezzi per non farli crescere.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.