Secondary ticketing, prima del convegno di Milano parla Claudio Trotta: 'La mia battaglia non solo per la musica, ma per la vita'

E' contento, Claudio Trotta, dell'audizione presso la Commissione Cultura della Camera dei Deputati di ieri, giovedì 19 gennaio, che per la prima volta ha visto addetti ai lavori "spiegare" alla politica il fenomeno del secondary ticketing: "L'attenzione delle istituzioni è importante", ci racconta il promoter milanese, che il prossimo 26 gennaio sarà il padrone di casa al convegno “La Negazione Del  Secondary Ticketing dall’Artista al Consumatore con la Partecipazione del Pubblico dei Concerti", in programma al teatro Franco Parenti di Milano, "Come è importante che se ne parli. Poi se per certi versi è positivo che questo tema non sia più appannaggio dei soli addetti ai lavori, ma anche di media generalisti e soprattutto del pubblico, dall'altro lo è molto meno vedere come in tanti, ancora, non abbiamo capito cosa sia il secondary ticketing".

    E' contento, Claudio Trotta, dell'audizione presso la Commissione Cultura della Camera dei Deputati di ieri, giovedì 19 gennaio, che per la prima volta ha visto addetti ai lavori "spiegare" alla politica il fenomeno del secondary ticketing: "L'attenzione delle istituzioni è importante", ci racconta il promoter milanese, che il prossimo 26 gennaio sarà il padrone di casa al convegno “La Negazione Del  Secondary Ticketing dall’Artista al Consumatore con la Partecipazione del Pubblico dei Concerti", in programma al teatro Franco Parenti di Milano, "Come è importante che se ne parli. Poi se per certi versi è positivo che questo tema non sia più appannaggio dei soli addetti ai lavori, ma anche di media generalisti e soprattutto del pubblico, dall'altro lo è molto meno vedere come in tanti, ancora, non abbiamo capito cosa sia il secondary ticketing".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.