Secondary ticketing, l'indagine conoscitiva della commissione Cultura della Camera, l'intervento di Stefano Lionetti (TicketOne): 'La legge intervenga là dove c'è il problema, cioè sul mercato secondario, possibilmente con provvedimenti semplici'

Secondary ticketing, l'indagine conoscitiva della commissione Cultura della Camera, l'intervento di Stefano Lionetti (TicketOne): 'La legge intervenga là dove c'è il problema, cioè sul mercato secondario, possibilmente con provvedimenti semplici'

Anche l'ad di TicketOne Stefano Lionetti è stato ascoltato oggi dalla VII commissione Cultura della Camera dei deputati presieduta da Flavia Piccoli Nardelli nell'ambito dell'indagine conoscitiva sul fenomeno del secondary ticketing: il numero uno della società milanese di rivendita primaria ha prima rimarcato le differenze che esistono tra mercato primario ufficiale e secondario - "Sono due entità completamente distinte: è sul mercato primario che si crea il biglietto, per conto dell'artista, e qui non c'è possibilità che il biglietto venga venduto a un prezzo superiore a quello facciale" - passando poi a inquadrare le dinamiche del secondo, "nato nel mondo dello sport, per esigenze di ticket exchange, e diventato un mercato di trading e di scambio che permette a chiunque di diventare un bagarino".

"Si è generata una stortura grave per cui alcuni operatori sul mercato primario", continua Lionetti, "Nello specifico, promoter e artisti come Robbie Williams, hanno iniziato a vendere direttamente sul secondario, per massimizzare i profitti".

Ribadendo la correttezza e la trasparenza dell'azienda che guida, Lionetti - che ha definito l'iniziativa adottata dallo staff di Vasco Rossi per le prevendite di "Modena Park" "solo un'operazione di comunicazione", ha esposto quella che - a suo avviso - potrebbe essere una soluzione per arginare il fenomeno: "La legge dice che ai privati è consentito fare acquisti e vendite senza finalità commerciali: la mia proposta è che sia riconosciuta la finalità commerciale nel caso al biglietto sia imposto un sovrapprezzo. Così il mercato secondario sparirà".

Lionetti si è detto d'accordo con Trotta nel riconoscere la grande opportunità rappresentata dalla legge Franceschini attualmente in attesa di decreto attuativo: "Dobbiamo difendere la nostra filiera, e oggi abbiamo un'occasione unica e irripetibile, perché abbiamo una legge in corso di approvazione: se raggiungessimo questo obbiettivo saremmo molto innovativi, e - per una volta - faremmo una cosa davvero europea". "Auspico un intervento della politica", ha concluso Franceschini: "A chi ci rappresenta chiedo: fate cose semplici, nel medio termine ne guadagnerete tantissimo".

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.