Piero Pelù, l'imborghesimento del punk e il ricongiungimento alle radici con la cover di 'Paranoid' dei Black Sabbath - VIDEO

Piero Pelù, l'imborghesimento del punk e il ricongiungimento alle radici con la cover di 'Paranoid' dei Black Sabbath - VIDEO

Non scorre solamente l'hard rock inglese nelle vene di Piero Pelù. La musica del rocker fiorentino e della band da lui fondata insieme a Ghigo Renzulli e Gianni Maroccolo ha indubbiamente le sue radici nel punk, nel rock e nella new wave, nei Sex Pistols e nei Clash, ma anche nella scrittura dei grandi cantautori italiani: su tutti, De André, Guccini e Finardi. Piero Pelù ne ha parlato con Paolo Bonolis durante la sua ospitata alla seconda puntata del programma televisivo Music, andata in onda ieri sera. Il cantante ha anche raccontato di quella volta che andò in Inghilterra - negli anni '80 - per frequentare la scena punk, tornando a casa deluso perché i membri di quella scena si erano imborghesiti:
 

"È una questione di essere anche un po' fedeli alle proprie idee. Il punk era un movimento che nasceva da uno spirito molto libertario e mi sembrava che dopo tre o quattro anni che il punk era già nato si fosse, più che ammorbidito, proprio annientato: diventava solo un fenomeno di immagine, senza sostanza dentro".


CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO.

Per omaggiare le sue radici, poi, Piero Pelù ha eseguito dal vivo - insieme all'orchestra e alla band - un brano simbolo del repertorio dei Black Sabbath: "Paranoid". Ad un certo punto, Pelù ha lasciato il palco, ha raggiunto una delle poltrone della platea del teatro che ospita le riprese del programma televisivo e si è messo a cantare il pezzo dei Black Sabbath proprio in faccia a una simpatica signora che stava ballando sulle note della canzone.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO DI PIERO PELÙ CHE CANTA "PARANOID".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.