Mick Jagger e la storia della lettera che mandò a Andy Warhol per la copertina di "Sticky fingers" - GUARDA

Mick Jagger e la storia della lettera che mandò a Andy Warhol per la copertina di "Sticky fingers" - GUARDA

Alla fine degli anni sessanta i Rolling Stones erano – come del resto lo sono anche ora – una delle band di maggiore successo nel circo del rock’n’roll. Andy Warhol invece sviluppava la pop art nella sua Factory a New York e si era già ritagliato il suo spazio nell’immaginario artistico del novecento. Accade quindi che la band guidata da Jagger e Richards chiede a Warhol di progettare la copertina dell’album che hanno in uscita, intitolato ”Sticky fingers”. Il 21 aprile 1969 Mick Jagger pensa di fare cosa gradita inviando questa lettera al profeta della pop-art per informarlo al riguardo.

Il testo del messaggio recita così:
‘Caro Andy,
sono molto contento che ti va di fare l'artwork per il nostro nuovo album. Qui ci sono due scatole di materiale che puoi utilizzare per il tuo lavoro e il disco. Nella mia piccola esperienza, la cosa più complicata è il formato dell’album, ad esempio è più complesso delle semplici pagine o di un inserto, la cazzata più grossa è la riproduzione e tormentarsi per gli eventuali ritardi. Ma, detto questo, lascio tutto nelle tue sapienti mani fai come meglio credi.........ti prego di scrivermi per dirmi quanti soldi vuoi.
Ti contatterà a New York un certo signor Al Steckler per ogni questione. Lui molto probabilmente sarà nervoso e dirà ‘Sbrigati’, dagli poco peso.

Love,
Mick Jagger

Come si evince Jagger è molto rispettoso nei confronti di Warhol, gli dà carta bianca sia dal punto di vista artistico che da quello economico. L'unico consiglio che si sente di spendere è quello di evitare disegni complessi che possono causare contrattempi, consiglio che l'artista ha chiaramente ignorato. Quando l'album uscì nel 1971, la copertina mostrava l’immagine di un paio di jeans con una vera cerniera tirando giù la quale si mostrava la biancheria intima di un modello. Jagger aveva ragione, quel progetto elaborato finì per causare alcuni problemi. Infatti, quando i dischi si impilavano uno sopra l’altro per la spedizione, le zip li graffiavano.

Craig Braun, il proprietario della Sound Packaging Corporation, che produceva le copertine degli album, disse al New York Times che ebbe l'idea di "tirare giù la cerniera abbastanza da fare in modo che la parte tonda avrebbe toccato il centro del disco. Ha funzionato ed era ancora meglio vedere la cerniera tirata giù a metà".

Data la fama di sex symbol di Mick Jagger tutti pensarono da subito che fosse lui il modello usato per la copertina di “Sticky fingers”. In realtà, l'identità del modello, ancora oggi, a oltre quaranta anni di distanza, rimane un mistero.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/-lk8q5vS7JMpZQZDFU8SlGbXWMM=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.rockol.it%2Fimg%2Ffoto%2Fupload%2Frolling-stones-sticky-fingers-2b35.jpg


Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - Quella volta che i Rolling Stones subirono un attentato terroristico...
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.