Secondary ticketing, a Milano il 26 gennaio al Teatro Franco Parenti una conferenza organizzata da Barley Arts

Secondary ticketing, a Milano il 26 gennaio al Teatro Franco Parenti una conferenza organizzata da Barley Arts

E' stata battezzata “La Negazione Del  Secondary Ticketing dall’Artista al Consumatore con la Partecipazione del Pubblico dei Concerti" la prima conferenza internazionale ideata e promossa nella Sala Grande del Teatro Franco Parenti di Milano per il prossimo 26 gennaio da Claudio Trotta: la manifestazione è dedicata al sistema internazionale di rivendita speculativa dei biglietti per eventi di musica e spettacolo dal vivo sul mercato secondario, fenomeno già presente da diversi anni anche in Italia ma deflagrato presso il pubblico generalista lo scorso autunno con l'ormai noto "caso Coldplay", sfociato poi in inchieste giornalistiche e azioni legali che hanno scosso il panorama del live promoting tricolore.

All'incontro sono già state confermate le partecipazioni di, tra gli altri, Elio (frontman degli Elio e le Storie Tese), Lorenza Bonaccorsi (Responsabile Nazionale Cultura e Turismo PD), Filippo Del Corno (assessore alla Cultura di Milano); Claudio Maioli (manager di Luciano Ligabue, Riserva Rossa Management); Pierfrancesco Majorino (Assessore Politiche Sociali, Salute e Diritti), Luca Montebugnoli (Best Union), SIAE, Giampiero Di Carlo (Rockol), Stefano Losurdo (Seg. Regionale AGIS), Adam Webb (Fan Fair Alliance), Alex Bruford (Agente ATC Live), Neil Bracegirdle (News Editor Audience), Paola Maugeri (Speaker Virgin Radio), Stefano Lionetti (Ticketone), Luca De Gennaro (Mtv e VH1), Vincenzo Spera (Presidente Assomusica), Piero Pelù, Ivo Tarantino (Altroconsumo), Federico Zampaglione (Tiromancino) e il giornalista e scrittore Massimo Cotto. Durante la mattinata, tra le 11 e le 13 e 30, avranno luogo gli interventi programmati sul tema della "negazione del secondary ticketing", mentre nella sessione pomeridiana - dalle 14 e 30 alle 17 - si terrà una tavola rotonda che avrà come tema “Le Linee Guida Etiche della Filiera della Musica dal Vivo".

"Tra gli obiettivi del convegno, vi è la costituzione di una struttura stabile e permanente No Secondary Ticketing, sullo stile della FPM - Federazione contro la Pirateria Musicale e Multimediale - che si occupi di monitorare il mercato identificando i casi di secondary ticketing e segnalarli alla Magistratura, di informare il consumatore sui rischi del secondary e di dare visibilità alle operazioni anti- secondary", ha spiegato al proposito Claudio Trotta, patron di Barley Arts e tra i primi a condannare il secondary ticketing in Italia: "Inoltre, insieme a un ristretto numero di persone e professionisti, è stata elaborata una bozza di codice etico statutario che crediamo possa essere un buon punto di partenza per una ristrutturazione delle fondamenta professionali e corrette della Intera Filiera della musica dal vivo e in questa occasione è nostra intenzione presentarlo e commentarlo e magari simbolicamente sottoscriverlo".

Nei prossimi giorni Rockol pubblicherà un questionario rivolto ai frequentatori di concerti allo scopo di selezionare dei consumatori che prenderanno parte al convegno e che andranno poi a formare l’osservatorio permanente sul secondary ticketing.

Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.