Charles Manson lascia l'ospedale e torna in carcere: è incurabile

Charles Manson lascia l'ospedale e torna in carcere: è incurabile

L’82enne Charles ‘Satana’ Manson lascia l’ospedale dove era ricoverato e torna in carcere per continuare a scontare la sua pena.

TMZ dice che Manson era stato portato in ospedale a causa di un "significativo sanguinamento intestinale", ma gli sforzi dei medici sono stati vanificati dallo stesso Manson che ha rifiutato di sottoporsi all’intervento chirurgico del caso. Si dice che avrebbe infine cambiato idea, ma che le sue condizioni erano peggiorate a tal punto che il personale ospedaliero non era più sicuro che sarebbe sopravvissuto a un eventuale intervento chirurgico.

Dopo essersi interrogati se provare la via di un intervento chirurgico, i medici di Manson hanno deciso di non procedere. L’ergastolano ha fatto così ritorno in prigione. Dichiara una fonte bene informata: "Non sta bene. Sta morendo."

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.