Piero Barone (Il Volo) risponde alle critiche per il "rifiuto" a Donald Trump. Il parere di Rockol.

Piero Barone (Il Volo) risponde alle critiche per il "rifiuto" a Donald Trump. Il parere di Rockol.

Avrete sicuramente letto in giro negli ultimi due giorni molti interventi sulla questione del "rifiuto" di Il Volo di esibirsi alla cerimonia di insediamento di Trump (ne abbiamo riferito anche noi)
La rivendicazione di Il Volo ha avuto parecchia eco: in particolare ha fatto parecchio clamore un intervento di Vittorio Sgarbi, nel più puro stile Sgarbi:

Inevitabile è arrivata la reazione via social di uno dei componenti del trio, Piero Barone, che riportiamo qui sotto:


"Siete cantanti, vi hanno chiamato per cantare, dunque cantate". Con questo semplice ragionamento personaggi pubblici, leoni da tastiera ed odiatori seriali si stanno accanendo contro le nostre recenti affermazioni. Dunque per la logica che loro rivendicano, un cantante 'deve' cantare, non deve avere un pensiero critico. Sono sicuro che nel caso avessimo detto si, cantando alla cerimonia di insediamento, le critiche sarebbero state le stesse, forse peggiori. Ecco, quindi che siamo stati solo la quotidiana dose di odio di cui si nutre il dibattito sui social, domani toccherà ad altre cose. Un cantante non è un cd, ma è una persona libera di scegliere"


Argomentazioni anche sensate, che riportiamo per correttezza.
Ma il punto a me sembra un altro, ed è per questo che fino ad oggi non ero intervenuto sul tema con un commento.
A me sembra che si stia facendo tutto questo clamore sulla base di una non-notizia ("post-verità", direbbe qualcuno che parla moderno).
Allo stato delle cose, l'unica fonte secondo la quale Il Volo è stato invitato a cantare per il nuovo Presidente degli Stati Uniti è proprio lo stesso trio, che l'ha detto in un'intervista esclusiva al "Corriere della Sera".
Sulla stampa statunitense di questa faccenda non è fatto cenno, al momento. E nessuna testata internazionale ha rilanciato la notizia, salvo un sito internet di Malta che ovviamente l'ha ripresa dal "Corriere".
Quindi, di che stiamo parlando? Di un fatto del quale non abbiamo alcuna dimostrazione. Non per fare il sospettoso, ci mancherebbe: ma esiste qualche conferma che Il Volo sia stato effettivamente invitato a cantare alla cerimonia di insediamento di Donald Trump?
Ecco: quando avrò dimostrazione dell'avvenuto invito, dal quale sarebbe stato generato il "gran rifiuto", eventualmente tornerò sull'argomento.
Intanto, vi proponiamo il video di un'esibizione televisiva avvenuta lo scorso dicembre in un programma della TV americana, in cui Il Volo accompagna in una canzone natalizia Jackie Evancho, la giovane cantante americana che prima di cantare annuncia di essere stata invitata a cantare all'insediamento di Trump, e di avere accettato. (fz)

Scheda artista Tour&Concerti Testi
24 set
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.