Christina Aguilera, l'ascesa e la caduta di una reginetta del pop - VIDEO GALLERY (1 / 13)

Christina Aguilera, l'ascesa e la caduta di una reginetta del pop - VIDEO GALLERY

"Genie in a bottle", il suo primo singolo, fu un successo straordinario: sul finire degli anni '90 porto la cantante newyorkese in cima alle classifiche di tutto il mondo (fu una hit anche nel nostro Paese), vendendo la bellezza di 8,7 milioni di copie. Poi arrivò il suo primo album in studio, dal titolo omonimo, oltre 2 milioni di copie vendute in Europa e 9 milioni negli Stati Uniti. E poi una sfilza di hit: la cover di "Lady Marmalade" per il film "Moulin Rouge!", "Beautiful" (6,8 milioni di copie vendute in tutto il mondo) e "Fighter". Nel giro di qualche anno, Christina Aguilera - che oggi spegne 38 candeline - diventò una vera reginetta del pop, una delle voci più influenti della scena pop internazionale: e anche se i dischi successivi non riuscirono ad eguagliare o superare il successo del suo album di debutto, le fecero comunque riscuotere numeri importanti ("Stripped", nel 2002, si spinse fino a 14 milioni di copie; "Back to basics", quattro anni dopo, si fermò alla metà), e singoli come "Ain't no other man", "Hurt" e "Candyman" ne alimentarono la popolarità. Poi, però, il meccanismo si inceppò: che qualcosa non stesse funzionando lo si era intuito già nel 2008, due anni dopo l'uscita di "Back to basics", quando la Aguilera pubblicò una raccolta, la prima della sua carriera. "Keeps gettin' better - A decade of hits", questo il titolo del disco, avrebbe dovuto ripercorrere i primi dieci anni di carriera della cantante riproponendo, tutte insieme, le sue canzoni di maggiore successo, cercando di riportare Christina Aguilera ai grandi numeri dei primi due dischi. Ma le cose non andarono così: la raccolta non riuscì a vendere più di 3 milioni di copie in tutto il mondo, praticamente meno la metà dell'ultimo album in studio "Back to basics" e un sesto del folgorante album di debutto. E che dire di "Bionic", l'album del 2010? Recensioni negative e flop nelle vendite. Ascesa e caduta di una reginetta del pop.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.