Brasile: Bono e Larry Mullen (U2) condannati a risarcire un milione e mezzo di dollari a un promoter

Brasile: Bono e Larry Mullen (U2) condannati a risarcire un milione e mezzo di dollari a un promoter

Il frontman e il batterista della band di "Songs of Innocence" sono stati condannati dal tribunale di Florianopolis, in Brasile, a risarcire il promoter Franco Cecchini Bruni Neto un milione e mezzo di dollari per una causa di diffamazione risalente al 2000: lo riferisce la testata locale Diário Catarinense. Bono e Larry Mullen, ormai sedici anni fa, dichiararono alla testata carioca O Globo di non essere stati pagati dall'organizzatore per uno show del Pop Mart Tour tenuto nel paese nel 1998. L'agente, dal canto suo, dimostrò di aver onorato il contratto stretto col management della band versando in anticipo 8 milioni di dollari, e intentò causa agli artisti per diffamazione mezzo stampa. Bono e Mullen rettificarono le proprie dichiarazioni, specificando di non aver ricevuto i pagamenti per i diritti d'autore dalla locale società di autori ed editori (poi versati, seppure in ritardo, nel 2006), non quelli stipulati per lo show, ma il polverone mediatico, ormai, era già stato sollevato: la corte di giustizia brasiliana riconobbe le ragioni di Bruni Neto già nel 2011, ma la sentenza fu impugnata a gli U2 fecero ricorso in appello. Cinque anni dopo, la corte di è espressa ancora a favore del promoter, obbligando Bono e Mullen a versare - oltre ai 480mila dollari previsti dalla prima sentenza - un altro milione e 200mila dollari (per un totale, in valuta locale, di 5 milioni di real) per risarcire il danno di immagine. O Globo, che in origine riportò le dichiarazioni degli artisti, non è stato coinvolto nel procedimento.

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi
BLUES
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.