La musica nel 2016: la playlist di Gabriele Aprile

Rockol ha chiesto a redattori e collaboratori le proprie scelte musicali dell'anno: ecco quelle di Gabriele Aprile

 Brutta, la musica che ti perdi.
Quella che dimentichi di ascoltare o per la quale non hai tempo.
Eppure sai che è uscita, quella nuova release: quel nuovo album è lì sulle bacheche virtuali dello streaming, ad un passo dal precipitare nel baratro dell’offerta illimitata.
È allora una parte di te dice che è brutta, quella musica, un po’ per pigrizia, un po’ per vergogna, e “brutto” diventa sinonimo di una colpa segreta che quei 10 euro scarsi al mese con cui hai il diritto di sentire tutto non fanno che aggravare.
Mi è successo un paio di volte quest’anno (frenetico): era brutto “Blackstar” che ho ascoltato due mesi dopo dall’uscita; era brutto persino “Una somma di piccole cose”, di un’artista di cui divoro ogni disco appena viene pubblicato (ma non stavolta, diamine).
Certo, poi le sorprese: come una “Anna verrà” che trema sotto la voce spezzata di Concato; le parole semplici e mastodontiche di Cohen (“They ought to give my heart a medal / For letting go of you”); Sting che ritorna rock.
Ma di musica brutta ce n’è ancora lì fuori, anzi qui dentro: “tanto sta lì”, mi dico.
Sono quindi felice che recensire dischi non sia il mio lavoro, ci vuole disciplina e un certo distacco; me ne rendo conto ora che questa mia classifica di fine anno prende la forma di un calcio al pregiudizio.
Saranno poi ben spesi questi dieci euro scarsi al mese per noleggiare un archivio sconfinato che non esaurirò mai?
Ecco una brutta domanda.
 
 
ALBUM ITALIANI
1. “Una somma di piccole cose”, di Niccolò Fabi
2. “Acrobati”, di Daniele Silvestri
3. “Contemporaneo”, di Ivano Fossati
4. “Non Smetto di ascoltarti” di Fabio Concato/ Fabrizio Bosso / Julian Oliver Mazzariello
5. “Canzoni della cupa”, di Vinicio Capossela
 
ALBUM STRANIERI
1. “Phase”, di Jack Garratt
2. “Blackstar”, di David Bowie
3. “You want it darker”, di Leonard Cohen
4. “59th & 9th”, di Sting
5. “You and I” di Jeff Buckley
 
CONCERTO DELL’ANNO
Alberto Bianco, Ohibò Milano, 6 ottobre 2016

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.