I regali di Natale di Giuseppe Fabris

I regali di Natale di Giuseppe Fabris

Anche quest'anno noi di Rockol vi raccontiamo le nostre buone intenzioni e i nostri desideri per quanto riguarda i regali di Natale.

 

Per Natale regalerò...


Bianco, “Guardare per aria” (INRI): qualche giorno fa mi è stato chiesto quali fossero i miei dischi italiani preferiti e andando a consultare la playlist dei dischi più ascoltati quest’anno ho scoperto non solo di non avere dei preferiti, ma di non aver proprio dei dischi da inserire in una classifica. Quest’anno posso dire di aver sentito delle belle canzoni, ma dischi che mi abbiano lasciato il segno nemmeno l’ombra. L’unico che veramente mi ha colpito, purtroppo è del 2015, ed è il disco di un cantautore piemontese che di nome fa Bianco.
“Guardare per aria” è il suo terzo disco, nove canzoni belle e intense scritte in un italiano chiaro e intelligente che non si nasconde sotto le metafore o i giochi di parole che di questi tempo vanno molto di moda, ma che spesso celano il vuoto di idee.
Bianco cattura l’ascoltatore con il suo folk/cantautorato gentile e le sue storie narrate con sincerità e vigore.
 
Per Natale vorrei che mi regalassero...

Radiohead, “In Rainbow” special edition: con 2 DVD, 2 CD e libro con le grafiche di Stanley Donwood e Tchock (alias Thom Yorke). Grazie agli abbonamenti ai servizi di streaming musicale ho accesso a tutta la discografia dei miei artisti preferiti, ad eccezione dei Radiohead che solo da qualche settimana hanno inserito tutti i dischi ed EP mancanti. Grazie a questo lieto evento ho potuto riascoltare uno dei dischi più belli e meno lodati dei cinque di Oxford, “In rainbows”, del 2007. L’ascolto è stato sì appagante ma ha riportato alla memoria un brutto ricordo, quando, un giorno, tornato a casa, ho trovato la special edition compresa di vinili e libro, che avevo sempre custodito con cura, a brandelli. “Signora maestra, me l’ha mangiato il cane!”, e, ahimé, è tutto vero!

(Giuseppe Fabris)

 

Dall'archivio di Rockol - Dieci oggetti feticcio del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.