Phil Spector, la vita maledetta dell'inventore del 'Wall of Sound' (2 / 7)

La vita di Harvey Phillip Spector inizia in salita. Figlio di ebrei russi emigrati nel Bronx, a New York, negli anni Trenta, il futuro innovatore del rock conosce subito il significato della parola sofferenza: suo padre Ben, operaio in un'acciaieria, muore suicida il 20 aprile del 1949. Qualche anno dopo, nel 1953, con la madre - che nel frattempo aveva trovato un impiego come sarta - il giovanissimo Phil si trasferisce a Los Angeles, dove inizia a muovere i primi passi nel mondo della musica. (continua)

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.