Mina-Celentano, lo speciale su Rai Uno di ieri sera: chi l'ha visto? Noi sì, purtroppo...

Mina-Celentano, lo speciale su Rai Uno di ieri sera: chi l'ha visto? Noi sì, purtroppo...

Stamattina l'attenzione mediatica è concentrata sul cast del Festival di Sanremo annunciato ieri sera in diretta su Rai Uno; non ho ancora trovato nessun commento, invece, sullo "speciale" Mina-Celentano che sempre ieri sera su Rai Uno ha preceduto il collegamento con la diretta da Sanremo di Carlo Conti (ma scrivo da fuori Italia, non ho visto i giornali di carta).
Era stata presentata come una serata-evento; è stata (a parer mio, che però non sono un competente in materia televisiva) una trasmissione confusa, pasticciata, priva di un senso narrativo. FIn dall'apertura, affidata a un Mika belante che ha sostanzialmente massacrato "Ancora" (e l'ambientazione? un night club ricostruito con tre tavolini e un bicchiere semivuoto, roba da film porno di serie B - e se ve lo dico io fidatevi…), è stato evidente che l'esilissimo filo conduttore affidato alla passeggiata delle quattro figure femminili (?) che rievocano quelle della copertina dell'album "Le migliori" non portava da nessuna parte.
Imbarazzati e imbarazzanti J-Ax e Fedez, completamente fuori contesto Paolo Conte (ma chi ha messo le luci? chi ha fatto le riprese? chi ha fatto le domande? chi ha fatto il montaggio?); l'unica idea di tutta la trasmissione - il balletto di Roberto Bolle su "Prisencolinensinainciusol" - è stata in parte buttata via spezzandola con la pubblicità, in parte snaturata dal fatto che la musica non era quella contenuta nel disco ma una versione ad hoc senza la voce di Mina (lo segnala il sempre attentissimo Mina Fan Club).
Ah, e i "video d'autore"? Quello di Carlo Verdone con Geppi Cucciari è una gag telefonatissima, si capisce dopo trenta secondi come andrà a parare; quello di Ferzan Ozpetek, pur delicato e suggestivo, è un lungo spot pubblicitario, andrebbe benissimo per la Barilla (molto bella la protagonista, però - qualcuno sa chi è?). Il video a cartoni animati, invece, era imbarazzante per pochezza e volgarità. Leggo che ci sarebbe dovuta essere, a un certo punto della trasmissione, anche Francesca Michielin - ma devo essermi distratto proprio mentre passava lei, che dev'essere passata molto velocemente.
L'ideazione e la regia di questo special, trovo nei credits, sono da ascrivere a Fabrizio Guttuso Alaimo e Gaetano Morbioli. E io capisco che realizzare uno special su due protagonisti assenti può essere difficile. Ma sul genere mi pare che recentemente qualcosa che ha funzionato in RAI sia stato fatto - e nientemeno che da Massimo Giletti, che non è precisamente Greil Marcus. Vorrà pur dire qualcosa il fatto che gli unici momenti divertenti dello speciale sono state le "schegge" in bianco e nero dei vecchi duetti televisivi di Mina e Celentano… E allora non sarebbe stato meglio ripescare tutto quel che c'è nelle Teche, e di roba ce n'è, e invitare due/tre persone competenti a commentare, rievocare, raccontare? Non dico necessariamente il solito Paolo Limiti, non dico assolutamente Cristiano Malgioglio; ma insomma, di storici della canzone italiana ce ne sono (Maurizio Becker, Fernando Fratarcangeli, per dirne due) e di cose interessanti avrebbero potuto dirne. Perché, magari, i giornalisti che si occupano di musica li si potrebbe impiegare in modo più fruttuoso che chiamandoli a far da coro e spalla come in "Sarà Sanremo" - ma questo è un altro discorso e non sono legittimato a farlo io.


Franco Zanetti

 

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.