Nessuno vuole suonare per Donald Trump alla cerimonia di insediamento alla Casa Bianca

Nessuno vuole suonare per Donald Trump alla cerimonia di insediamento alla Casa Bianca

"Con i soldi si fa tutto", diceva qualcuno. Beh, non proprio, verrebbe da dire: Donald Trump, uno che di soldi ne ha (eccome), sembrerebbe avere difficoltà a reclutare gli artisti da far esibire durante la cerimonia di insediamento alla Casa Bianca. Al grande giorno manca ormai pochissimo, poco più di un mese: l'evento, infatti, è in programma per il prossimo 20 gennaio, ma lo staff del nuovo presidente degli Stati Uniti non sarebbe ancora riuscito a chiudere le trattative con gli artisti. A rivelarlo è il sito di intrattenimento TheWrap, che ha raccolto le indiscrezioni di due fonti anonime vicine allo staff di Trump.

Una di queste due gole profonde ha rivelato che lo staff di Trump sarebbe in trattativa con - tra gli altri - Kid Rock, Ted Nugent, Lee Greenwood e Garth Brooks. Nomi forti, in America, ma che non corrispondono esattamente al profilo delle superstar che Trump vorrebbe alla cerimonia, gente
 

"del calibro di Justin Timberlake e Bruno Mars".


E per avere artisti di questo calibro, Trump sarebbe disposto a spendere qualsiasi cifra, come rivelato dalle fonti sentite da TheWrap:
 

"Sono disposti a pagare qualsiasi cifra. Hanno detto: 'Pagheremo i loro compensi'. E i compensi di molti di questi artisti hanno cifre da sei o sette zeri".


Ci sono state stelle della musica americana, come Beyoncé e Aretha Franklin, che in passato hanno partecipato a eventi legati ai precedenti presidenti (Barack Obama, ad esempio), ma nessuna di queste è stata pagata per esibirsi ad una cerimonia di insediamento: stando a quando riferito al TheWrap da una terza fonte, un veterano organizzatore di cerimonie, non è consuetudine pagare artisti per farli esibire in un evento così patriottico come la cerimonia di insediamento alla Casa Bianca. E un portavoce della Sunlight Foundation, una ONG americana a favore della trasparenza, ha detto:
 

"Potete aggiungere questa cosa alla lunga lista delle attività del team di Trump che non rispondono alle norme comunemente accettate. Senza conoscere nulla a proposito degli accordi, tuttavia, è difficile dire se ciò viola leggi o regole di etica".


Negli scorsi giorni, lo ricordiamo, lo staff di Donald Trump aveva fatto sapere che Elton John si sarebbe esibito alla cerimonia di insediamento del neopresidente. Il diretto interessato, però, che ha sostenuto in maniera piuttosto convinta Hillary Clinton durante la campagna elettorale, ha prontamente smentito la notizia.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.