Youtube: 'Nel 2016 pagato più di un miliardo di dollari in diritti all'industria discografica'

Youtube: 'Nel 2016 pagato più di un miliardo di dollari in diritti all'industria discografica'

Con un post apparso sul blog ufficiale del gigante del media sharing di San Bruno, California, il direttore commerciale di Youtube Robert Kyncl ha tracciato un bilancio delle relazioni tra la società controllata da Google e l'industria discografica negli ultimi dodici mesi. Secondo quanto rivelato da Kyncl Youtube, che stando alle associazioni di categoria discografiche non corrisponderebbe sufficienti diritti ai legittimi titolari (cioè autori ed editori) dando vita al fenomeno chiamato value gap, nel 2016 ha versato alle etichette di tutto il mondo oltre un miliardo di dollari, capitale accumulato solo grazie alla raccolta pubblicitaria.

"E questo è solo l'inizio", prosegue Kyncl: "Investimenti pubblicitari si sposteranno dalla TV, dalla radio e dalla carta stampata ai servizi online, generando ancora più profitto. In futuro, l'industria discografica avrà l'opportunità di assomigliare molto di più alla televisione, dove servizi in abbonamento e pubblicità contribuiscono grosso modo al totale dei profitti. (...) Il comparto della creatività ha due grandi motori per crescere: gli abbonamenti e la pubblicità. E noi siamo orgogliosi di farne parte".

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.