Iggy e la sua "maestra" Nico: a scuola di cunnilingus, vini, champagne e rock'n'roll

Iggy e la sua "maestra" Nico: a scuola di cunnilingus, vini, champagne e rock'n'roll

Giugno del 1969. Gli Stooges arrivano a New York per incidere il loro primo album per la Elektra. Le session sono brevi e intense: cinque giorni soli, in cui l’ex Velvet Underground John Cale – produttore designato – tenta di canalizzare l’energia deflagrante del gruppo. La sua è una figura enigmatica e ad accentuare la sua aura di mistero, lo affianca una creatura praticamente mitologica: Christa Päffgen, meglio nota come Nico, alias la meravigliosa chanteuse teutonica dell’eccesso, nonché ex collega di Cale nei Velvet Underground. Iggy la punta immediatamente: è bellissima, misteriosa e strana. E lui ricorda: “Per tutta la durata della registrazione lei ha continuato a lavorare a maglia, forse stava facendo un maglione.  […] Stava lì a sferruzzare e diceva continuamente: ‘Ya, ya, questo è buono, è migliore dei Velvet’” .

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/i4cgj0Gt8Vuiys3NoD4uD2o2ZEM=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fi1.wp.com%2Ffarm1.static.flickr.com%2F160%2F430385496_803bf1d756.jpg

Nico non si fa pregare e prende letteralmente sotto la propria ala il giovane frontman degli Stooges, che in una vidoeintervista - molti anni dopo - avrebbe raccontato: “Lei mi ha preso che ero un moccioso ingenuo, pelle e ossa, e mi ha insegnato come si lecca una figa e tutto sui migliori vini tedeschi e gli champagne francesi.  […] Era meravigliosa. È stata la prima ragazza a dirmi ‘Sai, c’è qualcosa di molto carino che potresti fare per me’. E io: ‘Sì. Cos’è?’. ‘Oh, aspetta che te lo mostro’ [e fa il gesto di spingersi una testa immaginaria in mezzo alle cosce - ndr]. Pensai che era piuttosto da ridere, abbastanza divertente. Uscire con lei era un po’ come scoparsi il proprio fratello maggiore. Aveva quasi 10 anni più di me; aveva 31 anni e io ne avevo 21” .

Quando gli Stooges lasciano New York, riportano ad Ann Arbor un album pietra miliare e una nuova coinquilina per lo Stooge Manor (la loro casa comune): Nico, che si aggrega a Iggy provocando un terremoto negli equilibri del gruppo. Gli Stooges non vedono di buon occhio che il loro cantante, improvvisamente, passi tutto il proprio tempo con una donna. Nico non si fa vedere moltissimo, in casa, e sta spesso chiusa con Iggy nell’attico a fare sesso; ogni tanto si cimenta ai fornelli e seleziona buoni vini per i ragazzi, che sicuramente apprezzano queste bevande per loro esotiche. Le gradiscono anche troppo secondo Ron Asheton, che afferma: “Fu questo a farci riprendere a bere, quei gran vini che Nico ci fece scoprire” .
Iggy: “Non prendeva alcuna droga, allora. Nessuno di noi due lo faceva. Io mi fumavo la mia erba e lei si beveva il suo vino. Probabilmente questo era il motivo per cui stava con me. Forse stava fuggendo da qualcosa” .

Il vero problema è che Nico ha una propria nitida visione dell’arte e si ostina a presenziare alle prove del gruppo, dispensando consigli non richiesti. L’aria diventa presto elettrica e alla tensione creativa si aggiunge quella dei rapporti.
Iggy: “Mentre stai cercando di creare qualcosa con la tua mente c’è sempre un certo livello di conflitto, soprattutto quando sei giovane, e c’è una forte componente casuale di serendipity. È difficile avere qualcuno intorno e quindi si creavano attriti. […] Lei si presentava alle nostre prove e mi diceva cosa pensava dei concerti, del mio taglio di capelli e di ogni altra dannata cosa. Era molto provocatoria” .
Secondo Nico il giovane Iggy non è ancora abbastanza estremo e non mette sufficiente veleno nelle sue performance: ovviamente non manca di farglielo notare con insistenza, invitandolo a mettere a nudo tutto ciò che di tossico e letale risiede in lui.

Nico resta nello Stooge Manor per un mese circa . In questo breve periodo – oltre alle lunghe session di sesso con Iggy, a fare da sommelier per la band e a inimicarsi i fratelli Asheton e Dave Alexander – convince un amico newyorchese a fare una trasferta per girare un film. In un batter d’occhio il regista warholiano François De Menil è ad Ann Arbor con il proprio assistente personale.
De Menil, pesantemente infatuato della cantante dei Velvet Undergound, aspettava da tempo l’occasione di avere Nico come protagonista e non se la fa sfuggire; in realtà ciò che ne scaturisce non è esattamente un film nell’accezione comune del termine, ma piuttosto un bizzarro cortometraggio di circa sei minuti , girato nell’arco di una giornata.

Ron Asheton: “Ci recammo tutti in questa fattoria […]. Eravamo alla fine dell’inverno e ce ne restammo a guardare da un finestrone mentre un sacco di braccia di manichini venivano posate in giro per tutto il giardino” .
Il risultato è una specie di videoclip abbinato a “Evening Of Llight”, brano di Nico contenuto in The Marble Index : la chanteuse, che sfoggia una criniera rossastra all’henné, si muove come una strega in un paesaggio bucolico, ma desolato. Intorno a lei tre ragazzi a torso nudo e coi visi dipinti (tra cui Iggy) corrono e si muovono come impazziti. Viene portata una croce di legno, poi bruciata in una sequenza notturna. Il tutto è molto artistoide e pretenzioso, decisamente poco studiato e incomprensibile. Del resto De Menil stesso conferma: “Praticamente abbiamo improvvisato… a dire il vero non ricordo nemmeno come si è sviluppata la cosa. Ho avuto l’idea di utilizzare i manichini e potrebbe essere che Nico abbia avuto la trovata della croce” .

Quando Nico sgombra il campo e abbandona lo Stooge Manor, ha decisamente lasciato il segno; Ron Asheton: “[…] rimase con noi per molto tempo, quasi tre mesi. Iggy non disse mai se era o no innamorato di lei, ma ricordo che quando lei se ne andò, Iggy scese dalle scale in cerca di aiuto. Venne da me e mi disse ‘Credo… credo che ci sia qualcosa che non va. Tu sai dirmi che cosa?’. Tirò fuori il cazzo, se lo strizzò e ne uscì una gelatina verde. Io gli dissi ‘Fratello, hai lo scolo’. Nico regalò a Iggy la sua prima dose di scolo” .

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/RRYEvE31gwFekL7dQFce4BUoCmc=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fs-media-cache-ak0.pinimg.com%2F736x%2F20%2Fd2%2F68%2F20d268a8f870977e4efdbd8d9aae6547.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.