Chi è Bello Figo: dal Ghana a fenomeno della rete, ecco le sue canzoni più famose - ASCOLTA

Chi è Bello Figo: dal Ghana a fenomeno della rete, ecco le sue canzoni più famose - ASCOLTA

Bello Figo ha 21 anni e vive a Parma. Sui suoi canali social ufficiali, si definisce "il capo dello swag". Originario del Ghana, è arrivato in Italia nel 2004, quando aveva 12 anni. Nel 2005, ha iniziato a scrivere i suoi primi pezzi in italiano, mettendo su un collettivo insieme ad altri rapper come Don Cappucino e John Osako.

Inizialmente, il rapper si faceva chiamare Gucci Boy: con questo nome ha pubblicato una serie di pezzi che lo hanno reso un fenomeno su YouTube e in rete più in generale. Tra gli altri, ricordiamo "Vaffanchiulo", "Stasera scopo" e "Ce l'ho grosso":










In un secondo momento, poi, ha abbandonato il nome di Gucci Boy preferendo quello di Bello Figo. E con questo nuovo nome d'arte ha pubblicato altri pezzi, facendo salire la sua pagina YouTube a 174.500 iscritti e 41,5 milioni di visualizzazioni complessive e la sua pagina Facebook ufficiale a oltre 160.000 fan. Tra i suoi pezzi più popolari: "Pasta con tonno" (circa 5 milioni di visualizzazioni su YouYube), "Mi faccio una seGha" (2,3 milioni di visualizzazioni), ma anche "Cicciona":










Alcuni pezzi di Bello Figo hanno testi provocatori e parlano di profughi, come nel caso di "Non pago affitto" e "Referendum Costituzionale" - che lo hanno portato anche a scontrarsi in tv con Alessandra Mussolini, ospite al programma di Rete4 "Dalla vostra parte": "Sono un profugo, anche Matteo Renzi ha detto che è casa nostra", "Noi vogliamo Wi-Fi, anche stipendio. Io dormo in albergo a 4 stelle", "È stato Mattarella a dirci che noi possiamo venire in Italia", "E unisciti, andiamo in stazione a rubare biciclette".









 

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.