Secondary ticketing, SIAE vince il ricorso d'urgenza al Tribunale di Roma: 'bloccati' i biglietti dei Coldplay su Seatwave, Ticketbis e Viagogo

Secondary ticketing, SIAE vince il ricorso d'urgenza al Tribunale di Roma: 'bloccati' i biglietti dei Coldplay su Seatwave, Ticketbis e Viagogo

Il Tribunale Civile di Roma si è pronunciato a favore della SIAE, che il 13 ottobre scorso, con il sostegno di Federconsumatori, aveva presentato un ricorso d’urgenza relativo al caso di secondary ticketing verificatosi in occasione della messa in vendita dei biglietti per gli show che i Coldplay terranno i prossimi 3 e 4 luglio allo stadio Meazza di San Siro, a Milano: a renderlo noto è la stessa Società di Autori ed Editori. La sentenza delle corte capitolina, si legge nella nota, "inibisce a Live Nation, Seatwave, Ticketbis e Viagogo l’ulteriore vendita diretta o indiretta sul mercato secondario dei biglietti dei concerti dei Coldplay del 3 e 4 luglio 2017 allo stadio San Siro di Milano",  fissando inoltre "una penale di 2.000 euro per ogni ulteriore biglietto venduto in violazione dell’ordine di inibizione  e condanna le parti chiamate in causa a rifondere a SIAE e a Federconsumatori tutte le spese processuali".

"Siamo molto soddisfatti dell’esito positivo del ricorso. Si tratta di un passo importante nella lotta al secondary ticketing, sia per i consumatori, che per tutti gli autori e tutti i titolari del diritto d’Autore e per coloro che operano nel settore", ha spiegato il dg della società Gaetano Blandini: "Si tratta di un grande risultato che il Tribunale abbia accolto le motivazioni presentate, rilevando l’illiceità dell’attività di bagarinaggio online che rappresenta un pregiudizio economico sia per i consumatori che per gli autori".

Nel pomeriggio i vertici della SIAE terranno una conferenza stampa a Milano, della quale Rockol renderà conto.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.