Secondary ticketing, il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo firma la legge che mette fuorilegge i ticket bot: il bagarinaggio online sarà punito col carcere

Il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo ha firmato - rendendola così effettiva, entro 90 giorni da lunedì 28 novembre - la legge approvata dal parlamento di Albany lo scorso 20 giugno che prevede il carcere per chi utilizzi bot (applicazioni informatiche che permettono di bombardare di richieste d'acquisto i server delle piattaforme operanti sul mercato primario) per acquistare biglietti per eventi dal vivo da immettere successivamente sui siti di secondary ticketing.

    Il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo ha firmato - rendendola così effettiva, entro 90 giorni da lunedì 28 novembre - la legge approvata dal parlamento di Albany lo scorso 20 giugno che prevede il carcere per chi utilizzi bot (applicazioni informatiche che permettono di bombardare di richieste d'acquisto i server delle piattaforme operanti sul mercato primario) per acquistare biglietti per eventi dal vivo da immettere successivamente sui siti di secondary ticketing.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.