Grammy Awards, voci: nel 2018 la cerimonia torna a New York?

Per ora si tratta solamente di voci che - stando a quanto riferisce il New York Times - potrebbero venire confermate nelle settimane a seguire: l'edizione numero 60 della cerimonia di consegna dei Grammy Awards, in programma nel 2018, potrebbe tenersi a New York, più precisamente presso il Madison Squadre Garden. Il New York Times riferisce di alcune trattative in corso da ormai qualche mese tra la Recording Academy - gli organizzatori dei prestigiosi premi musicali - e l'attuale sindaco di New York, Bill de Blasio. Se le trattative dovessero andare in porto, la cerimonia di consegna dei Grammy Awards ritornerebbe a New York dopo ben quindici anni dall'ultima volta (era il 2003). Intanto, proseguono i preparativi per l'edizione numero 59, che si terrà il prossimo 2 febbraio in quel di Los Angeles: per la prima volta nella storia sono stati ammessi alle nomination anche dischi usciti esclusivamente in streaming.

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.