NEWS   |   Industria / 19/12/2016

I regali di Natale di Paolo Panzeri

I regali di Natale di Paolo Panzeri

Anche quest'anno noi di Rockol vi raccontiamo le nostre buone intenzioni e i nostri desideri per quanto riguarda i regali di Natale.

 

Per Natale regalerò…
 
Dando per scontato che negli ultimi tempi la musica la si può ascoltare a costo zero ed è quindi inutile regalarla… andrò a mettere in difficoltà amici e parenti regalando loro della musica da leggere. Quest’anno sceglierò quale dono alcune autobiografie di vecchi arnesi del rock la cui lettura non mi è dispiaciuta – ‘Scar tissue’ di Anthony Kiedis, ‘Life’ di Keith Richards, ‘No, non sono ancora morto’ di Phil Collins, ‘Born to run’ di Bruce Springsteen, tanto per citarne alcune - non tralasciando di vergare una dedica ad hoc, così da rendere difficoltoso il futuro riciclo.
 


Per Natale vorrei che mi regalassero…
 
Mi piacerebbe ricevere in regalo un biglietto per un qualsiasi balletto che avrà luogo al Teatro alla Scala di Milano. Assistere a un balletto è un qualcosa di kitsch (almeno dal mio punto di vista) che non ho mai fatto. Inoltre – ed è questo il vero regalo - non sono mai stato in quel teatro. E sì che sono un milanese abbastanza doc. Ma sapete come funzionano queste cose… prima o poi ci andrò, c’è tempo, capiterà l’occasione… insomma, c’è di che vergognarsi. Quindi, per Natale, ora sapete cosa regalarmi.

 

(Paolo Panzeri)