Justin Bieber. il concerto di Bologna, la recensione di Rockol. SETLIST

Justin Bieber. il concerto di Bologna, la recensione di Rockol. SETLIST

Il palco dello show di Justin Bieber è pieno zeppo di botole e piattaforme elevatrici; non sappiamo se, oltre al valore altamente spettacolare, abbiano anche un significato simbolico riferito alle continue cadute e risalite del teen idol di origini canadese. Fatto sta che questo Purpose Tour rappresenta il punto più alto della sua carriera, in termini di show, di maturità e di canzoni.


Ieri sera si è svolto il primo concerto all'Unipol Arena di Bologna (si replica stasera) ovviamente tutto esaurito da circa 12 mesi. Tutti i fatti relativi alle belieber, agli accampamenti davanti all'arena e agli interventi della Protezione Civile li lasciamo alle pagine di cronaca dei giornali. Qui si parla del concerto. O meglio, dello show, che tra quelli del vasto territorio pop è tra i più godibili e ben fatti. Bieber canta e balla insieme al corpo di 12 funambolici ballerini si un palco a due piani, con tre passerelle che arrivano in mezzo al pubblico e varie piattaforme elevate, di cui una enorme con tappeti elastici che si posa in alto in mezzo al pubblico per l'esecuzione di “Company”.


La setlist si basa essenzialmente sull'ultimo album “Purpose” - disco prodotto con Skrillex, Diplo e Rick Rubin, apprezzato sia dal pubblico sia dalla critica - che viene eseguito integralmente. Bieber, che nella prima parte del concerto indossa una t-shirt dei Metallica e dietro il suo nome scritto con i caratteri gotici, è piuttosto sciolto rispetto ad altre sue esibizioni precedenti (come quella del MTV EMA 2015 a Milano): oltre a cantare a ballare, si esibisce anche in un solo alla batteria, con la chitarra nel set unplugged sul divano di casa (dove esegue la hit “Love yourself” e “Cold water” di Major Lazer in versione acustica) e si presta anche alle domande del pubblico (e qui stendiamo un velo pietoso…). La live band posta ai due lati del palco  fa il suo lavoro, ma specialmente nei vecchi brani riarrangiati, come “Hold tight” e “Baby”, si lancia in arrangiamenti pomposi AOR pieni di rullate e chitarroni che potevano anche essere evitati.


Come in tutti i pop show, niente è lasciato al caso e tutto è calcolato alla virgola; ma poco importa, se ci sono le canzoni che funzionano e che ci hanno accompagnato – volenti o nolenti – negli ultimi 6-8 mesi: “Children”, “Let me love you”, la ballad “Live is a worth living” e “What do you mean” è una sequenza che ogni artista pop vorrebbe avere in repertorio, ed è secondario se gran parte dei refrain vocali sono in playback: Bieber dimostra di saper anche cantare bene, nel suo stile, quando c'è bisogno.
Non mancano infine il momento intimo con “Purpose”, quando il teen idol si siede per terra accanto alle fan del costosissimo pit, e il finalone con “Sorry” con il palco riempito d'acqua (come avevamo già visto nell'altro grande pop show di Beyoncé) in un bagno di abbracci e urla di gioia.

(Michele Boroni)

SET LIST

Mark My Words  
Where Are Ü Now (Jack Ü cover)  
Get Used to It  
I'll Show You   
The Feeling   
Boyfriend   V
Cold Water (Major Lazer cover)   
Love Yourself   
Been You   
Company   
No Sense   
Hold Tight   
No Pressure  
As Long As You Love Me  
Children  
Let Me Love You (DJ Snake cover)
Life Is Worth Living
What Do You Mean?   
Baby   
Purpose  
Bis:
Sorry

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.