Da riscoprire: la storia di “I'm your man” di Leonard Cohen

Da riscoprire: la storia di “I'm your man” di Leonard Cohen

Nel 1984 Leonard Cohen pubblica “Various positions”: è il suo primo disco della decade. Contiene due delle sue più grandi canzoni di sempre: “Dance me to the end of love” e “Hallelujah”. Anche se il successo di quest’ultima - oggi forse considerata la sua più famosa - è successivo.  Il percorso della canzone è talmente complesso che è  stato scritto un libro sulla sua fama: “The Holy or the Broken: Leonard Cohen, Jeff Buckley & the Unlikely Ascent of ‘Hallelujah’, di Alan Light. 

In buona parte è derivato proprio dalla versione di Jeff Buckley, che l’aveva ascoltata da John Cale, che a sua volta l’aveva ripresa nel ‘91.  Riascoltare oggi la versione originale fa uno strano effetto: Cohen, stava sperimentando con u suoni tipici del periodo, tastiere e arrangiamenti molto diversi da quelli che darà alle sue canzoni nella fase finale della sua carriera, in particolare nei tour successivi al 2008.

GUARDA LA PAGINA DEDICATA A LEONARD COHEN E PRE-ASCOLTA GLI ALBUM CHE PREFERISCI

ll periodo tra i due album è segnato soprattutto dal suo ritorno alla popolarità anche se per via indiretta, grazie a “Famous Blue Raincoat”, l’album di cover di Jennifer Warnes del 1987 che conterrà l’allora inedita “First we take Manatthan”. La versione reincisa apre il nuovo album, che esce esattamente un anno dopo. Il disco venne inciso tra Los Angeles e Montreal con l’aiuto dei produttori Roscoe Beck, Jean-Michel Reusser e Michel Robidoux.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE DI "I'M YOUR MAN" SUL SITO DI LEGACY

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.