Secondary ticketing, la seconda puntata dell'inchiesta delle Iene: coinvolta anche Vivo Concerti durante l'amministrazione di Corrado Rizzotto

Secondary ticketing, la seconda puntata dell'inchiesta delle Iene: coinvolta anche Vivo Concerti durante l'amministrazione di Corrado Rizzotto

Si amplia l'indagine delle Iene circa il secondary ticketing, o, meglio, circa la cessione nascosta e in infrazione al contratto di esclusiva stipulato con Ticketone - ma ufficializzata da accordi commerciali certificati da fatture recanti nel dettagli gli accordi tra le parti - di pacchetti di biglietti tra promoter e società operanti sul mercato secondario. Come rivelato nel servizio andato in onda questa sera, martedì 15 novembre, dopo aver dimostrato la relazione tra Live Nation e Viagogo Matteo Viviani sarebbe stato in grado di produrre fatture riguardanti accordi tra società di secondary ticketing e Vivo Concerti.

La società di live promoting con sede a Milano è attualmente amministrata da Clemente Zard, figlio di David Zard, anche lui presente - insieme al padre - alla conferenza contro il secondary ticketing convocata da Ferdinando Salzano di F&P Group e dal manager di Ligabue Claudio Maioli lo scorso giovedì 10 novembre nel capoluogo lombardo: i documenti portati a prova da Viviani si riferirebbero però alla gestione dell'agenzia di Corrado Rizzotto, "sollevato" (queste sono le parole usate da Zard) dalla direzione di Vivo Concerti la scorsa estate e ora tornato in attività con la sigla della prima agenzia - Indipendente Concerti, con sede principale a Pordenone - che avviò con il fratello Sandro, con il quale, nel 2010, fondò la stessa Vivo, poi acquisita un anno dopo da Warner.

Viviani, durante il servizio, non specifica con quali società Rizzotto, in veste di amministratore delegato di Vivo, avrebbe intrattenuto rapporti commerciali con piattaforme di secondary ticketing.

Vivo Concerti, sotto la gestione del promoter friulano, aveva lavorato a stretto contatto con Live Nation per la compilazione del programma della sala da concerti milanese Fabrique e per l'organizzazione di rassegne come la Milano Summer Arena e lo StreetArt Music Festival, entrambi negli spazi esterni del Forum di Assago, alla periferia sud di Milano, e per l'I-Days Festival 2016 a Monza, portando all'ombra della Madonnina e nel capoluogo brianzolo artisti come Mumford & Sons, Noel Gallagher, Sigur Ros e molti altri. In tempi più recenti Rizzotto (ormai già a capo della "nuova" Indipendente Concerti) e Live Nation sono tornati a collaborare per l'I-Days Festival 2017, sempre ospitato nel spazi del tracciato automobilistico lombardo, che per la prossima edizione ospiterà, tra gli altri headliner, anche i Radiohead, da sempre (e anche in occasione delle recenti date italiane) fermamente schierati contro le speculazioni online sui biglietti dei propri spettacoli.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.