Ramona Flowers, domenica 13 e lunedì 14 novembre dal vivo coi White Lies a Roma e Milano: l'intervista di Rockol

Ramona Flowers, domenica 13 e lunedì 14 novembre dal vivo coi White Lies a Roma e Milano: l'intervista di Rockol

Con due album all'attivo - il secondo, "Part Time Spies", è uscito lo scorso 9 settembre - i Ramona Flowers, da Bristol, sono una delle band emergenti sul panorama indipendente britannico: di scena la prossima domenica, 13 novembre, a Roma, e lunedì, 14 novembre, a Milano, come spalla dei White Lies in occasione delle due date italiane della band di Harry McVeigh, il quintetto guidato da Steve Bird ha scambiato qualche battuta con Rockol.

"Non abbiamo provato alcuna pressione nello scrivere 'Part Time Spies'", confermano loro: "Abbiamo avuto tutta la libertà di scrivere tutto quello che volevamo per assemblare il disco". Merito anche del produttore Chris Zane, americano di stanza a Londra in passato già al lavoro con, tra gli altri, Passion Pit, St. Lucia, Holy Ghost! e Friendly Fires: "Lavorare con lui è stato molto divertente e molto spontaneo: il nostro modo di scrivere è rimasto quello di sempre, anche se lui ci ha introdotto all'uso del Juno [un synth della Roland], che nelle session di registrazione abbiamo usato molto".

La atmosfere sintetiche delle colonne sonore anni Ottanta sono una delle principali ispirazioni dei Ramona Flowers, che tuttavia rintracciano nel commento musicale di "Drive", film del 2011 diretto da Nicolas Winding Refn e musicato da Cliff Martinez, che già firmò la partitura di commento a "Sesso, bugie e videotape": "E' un riassunto di tutto ciò che sono stati gli anni Ottanta", dicono loro, "La colonna sonora è sporca, grintosa e atmosferica, ma anche molto varia e cool. Ci sono queste melodie di synth molto forti associate a dei bassi potentissimi: completa alla perfezione le immagini del film".

Entusiasti di suonare coi White Lies - "Sono persone meravigliose, ci stiamo divertendo molto: per ora il nostro concerto migliore di questo tour è stato a Parigi" - i Ramona Flowers, nella loro "Dirty World", parlando della frustrazione nell'essere costretti a trasferirsi da Londra a un'altra città a causa del caro affitti nella capitale britannica: un fenomeno, questo, che minerà le basi di quello che è sempre stato uno dei gangli mondiale del rock? "Sì, pensiamo che questo fenomeno qualche impatto l'avrà, così come la Brexit: i creativi continueranno a reinventarsi e troveranno nuovi posti per vivere e lavorare quando Londra diventerà troppo avara e noiosa con loro. E' una vergogna, però, che ci sia così tanta gente più interessata a fare soldi e a cacciare via le altre persone dalla città piuttosto che a capire come valorizzarla".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.