Il secondary ticketing, Live Nation e i topi che scappano.

Sul tema del secondary ticketing temo di avere un’opinione poco ortodossa. L’ho già scritto in passato: se nessuno comperasse biglietti a prezzo maggiorato, nessuno cercherebbe più di procurarseli per venderli. E siccome andare a un concerto è un’attività voluttuaria e non un fatto di sopravvivenza, e non è mica come quando c’era la guerra e si comperava il burro a prezzi da borsa nera, basterebbe che nessuno fosse disposto a pagare un biglietto un centesimo in più del suo prezzo facciale che il bagarinaggio cesserebbe come d’incanto. Quindi, non giriamoci intorno: le colpe del secondary ticketing sono di chi si accaparra e rivende biglietti a prezzo maggiorato tanto quanto di chi quei biglietti li compera a prezzo maggiorato. E quel che è peggio, questa modalità fa sì che a ogni tour il prezzo del biglietto per il concerto di un cantante aumenti: e per forza, se quello vede che c’era gente, l’anno prima, disposta a pagare ben di più rispetto al prezzo di facciata del biglietto, perché mai non dovrebbe aumentare il prezzo l’anno seguente? E’ la legge della domanda e dell’offerta, bellezza.

    Sul tema del secondary ticketing temo di avere un’opinione poco ortodossa. L’ho già scritto in passato: se nessuno comperasse biglietti a prezzo maggiorato, nessuno cercherebbe più di procurarseli per venderli. E siccome andare a un concerto è un’attività voluttuaria e non un fatto di sopravvivenza, e non è mica come quando c’era la guerra e si comperava il burro a prezzi da borsa nera, basterebbe che nessuno fosse disposto a pagare un biglietto un centesimo in più del suo prezzo facciale che il bagarinaggio cesserebbe come d’incanto. Quindi, non giriamoci intorno: le colpe del secondary ticketing sono di chi si accaparra e rivende biglietti a prezzo maggiorato tanto quanto di chi quei biglietti li compera a prezzo maggiorato. E quel che è peggio, questa modalità fa sì che a ogni tour il prezzo del biglietto per il concerto di un cantante aumenti: e per forza, se quello vede che c’era gente, l’anno prima, disposta a pagare ben di più rispetto al prezzo di facciata del biglietto, perché mai non dovrebbe aumentare il prezzo l’anno seguente? E’ la legge della domanda e dell’offerta, bellezza.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.