System of a Down, il nuovo disco è in lavorazione

System of a Down, il nuovo disco è in lavorazione

E' finalmente ufficiale - dopo alcune voci alimentate da un paio di scatti su Instagram: i System of a Down sono al lavoro per incidere un nuovo disco. John Dolmayan, batterista della band alt metal/nu-metal, ha infatti confermato la notizia nel corso di una recente intervista rilasciata alla versione britannica di "Kerrang!".

Dolmayan ha spiegato:

Stiamo suonando benissimo, come non mai, e abbiamo provato a sperimentare nuove soluzioni. Non stiamo tentando di fare "Toxicity Part II" solo perché è stato il nostro disco più di successo fino a ora. Questo deve essere qualcosa per una nuova generazione di fan dei SOAD, e tutti devono capire che noi non dormiamo sugli allori.

Stando al batterista, la band avrebbe completato la scrittura di ben 15 pezzi negli ultimi sei mesi. E ha aggiunto:

Il mio desiderio è che tutti nel gruppo siano soddisfatti del lavoro. Ed è proprio quello che stiamo cercando di fare al momento.



 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.