Jonny Greenwood (Radiohead): 'Il secondary ticketing? Un problema enorme, impossibile da aggirare'

Jonny Greenwood (Radiohead): 'Il secondary ticketing? Un problema enorme, impossibile da aggirare'

In questi giorni in Italia per promuovere dal vivo la sua ultima fatica da solista, "Junun", il chitarrista dei Radiohead Jonny Greenwood, in un'intervista rilasciata a Gianni Santoro per Repubblica, ha espresso la sua opinione sul secondary ticketing, tema da sempre molto sentito dalla band capitanata da Thom Yorke. L'artista, al proposito, ha commentato:

"Il problema [del secondary ticketing] è enorme. E non è facile risolverlo. Negli Stati Uniti ad esempio è contro la legge impedire che la gente rivenda il suo biglietto. Ed è impossibile aggirare il problema. Ovviamente le grandi agenzie hanno un potere enorme. Noi che possiamo fare? Noi vogliamo che la gente che vuole venire a vederci suonare possa venire. Considerando che c’è un sacco di gente che si organizza magari un weekend con voli e albergo per venire a vedere i Radiohead, non so, in Olanda, viaggiando da mezzo mondo… è una grande responsabilità"

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.