Ozzy dixit: "Il pezzo più spaventoso mai scritto è 'Black Sabbath'" - VIDEO

Ozzy dixit: "Il pezzo più spaventoso mai scritto è 'Black Sabbath'" - VIDEO

Ozzy Osbourne, il Principe delle Tenebre - nonché frontman dei Black Sabbath e solista - in una recente intervista rilasciata al "NME" ha svelato quale sarebbe, per lui, la canzone più spaventosa mai scritta.

Evbbene, Ozzy non ha cercato decisamente lontano da casa, in quanto ha assegnato questo primato a "Black Sabbath", il pezzo omonimo al suo gruppo leggendario - nonché  title track del disco di esordio del 1970.

A proposito della canzone ha spiegato:

Quando iniziammo a suonare dal vivo, all'epoca, appena partivano i primi accordi del pezzo, le ragazzine nel pubblico iniziavano ad andare nel panico. Credevano che fossimo dei cazzo di amici di Satana o qualcosa del genere.

Ha anche aggiunto:

E' allora che è iniziata tutta questa cazzata del Principe delle Tenebre. Quando vedo la gente, ogni anno, che si esalta aspettando Halloween, l'unica cosa che mi viene in mente è "Ok, noi Halloween lo facevamo ogni fottuta sera".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.