Metropolitan Opera di New York: sparse le ceneri di un defunto durante una performance

Metropolitan Opera di New York: sparse le ceneri di un defunto durante una performance

Per la serie "il mondo è bello perché è vario", si registra un bizzarro episodio avvenuto in uno dei templi dell'opera: il Metropolitan Opera di New York, ovvero il teatro inaugurato nel 1883 e considerato il più grande del genere al mondo.

Il fatto è avvenuto sabato 29 ottobre, in occasione di una performance pomeridiana del "Guglielmo Tell": un uomo, infatti, ha sparso - nella buca dell'orchestra - una polvere che si pensa siano le ceneri di una persona. Poi si è rapidamente dileguato, ma per motivi di sicurezza lo spettacolo (e quello serale successivo) è stato sospeso per permettere indagini più approfondite e scongiurare eventuali pericoli per la salute dei presenti.

Stando alle prime indagini, gli investigatori hanno raccolto la testimonianza di molti presenti secondo cui un uomo avrebbe detto più volte di essere lì per spargere le ceneri del proprio mentore e amico - cosa che sembra abbia fatto, causando un discreto putiferio. Avrebbe approfittato di un intervallo per compiere il gesto, in un momento in cui i musicisti erano quasi tutti momentaneamente assenti dall'area a loro dedicata.

John Miller, del Dipartimento di Polizia di New York, ha detto che il responsabile del gesto è già stato identificato e le autorità lo stanno contattando - ha però detto solo che non è una persona di New York. MIller ha anche aggiunto che spargere ceneri umano all'opera è sicuramente una violazione del regolamento cittadino, ma "non si riscontrano comportamenti e intenti criminali nel gesto".

Il direttore generale del Metropolitan Opera ha detto, ironicamente:

Apprezziamo molto che gli amanti dell'opera vengano da noi al Met. Speriamo solo che non si portino appresso le ceneri dei loro cari.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.