Il curioso sito web di Art Garfunkel

Il curioso sito web di Art Garfunkel

Art Garfunkel ha annunciato qualche giorno fa che ha programmato quattro concerti in Italia nel febbraio del prossimo anno. Sapete tutti chi è Arthur Ira Garfunkel? Sicuramente sì, ma un piccolo ripasso veloce veloce non guasta mai. Art nasce a New York il 5 novembre 1941, alle scuole elementari incontra un bambino che risponde al nome di Paul Frederic Simon e qualche anno più tardi – siamo arrivati nel frattempo al 1956 – i due si esibiranno usando il nome d’arte Tom & Jerry. Dal 1963 navigano i mari del musicale con la denominazione Simon & Garfunkel e conquistano il mondo. Il loro sodalizio avrà fine nel 1970, non senza farci mancare in questi quarantasei anni le rimpatriate dal vivo. La più nota delle quali è senza dubbio quella andata in scena davanti a oltre mezzo milione di persone nel concerto gratuito al Central Park di New York il 19 settembre 1981.



Però non è della straordinaria carriera che ha condiviso con Paul Simon o dei numerosi successi che con lui ha interpretato che vi voglio scrivere. E neppure della quindicina di album solisti o della sua manciata di interpretazioni cinematografiche, la più nota delle quali è quella nel film “Conoscenza carnale” di Mike Nichols con Jack Nicholson, Candice Bergen e Ann Margret nel 1971.
A margine, il film più noto di Mike Nichols è il celeberrimo “Il laureato”, lungometraggio la cui colonna sonora è curata proprio da Simon & Garfunkel. Comunque non è di questo che qui si tratta. Trattasi invece del curioso e per alcuni versi maniacale sito web ufficiale di Art Garfunkel. Un sito che riporta almeno tre curiose sezioni che penso possano sollevare un minimo di curiosità.



Nel suo sito ufficiale Art Garfunkel ha pubblicato una lista delle canzoni che lo hanno maggiormente influenzato compilata per ordine cronologico. Queste che trovate a seguire sono le venti canzoni che lo hanno formato:

1. Enrico Caruso-- Aria from The Pearl Fishers
2. Andre Sisters-- "Drinkin' Rum and Coca Cola"
3. Nat King Cole-- "Too Young"
4. Nat King Cole-- "Nature Boy"
5. "Carousel," the show album ("If I Loved You")
6. Bing Crosby--"White Christmas"
7. Crewcuts-- "Sh-Boom"
8. Lonny Donigan-- "Rock Island Line”
9. Frankie Ford-- "Sea Cruise"
10. Huey Piano Smith-- "Don't You Just Know It?"
11. Sam Cooke-- "You Send Me"
12. Everly Brothers-- "Songs Our Daddy Taught Us”
13. Johnny Mathis-- "It's Not For Me to Say"
14. Ike and Tina Turner-- "River Deep, Mountain High"
15. Righteous Brothers-- "Ol' Man River"
16. Beatles-- "Here, There, and Everywhere"
17. Beach Boys-- "Good Vibrations"
18. The Swingle Singers-- "Jazz Sebastian Bach”
19. Hi Los—lp
20. My own (S&G)-- "Scarborough Fair"



Un’altra curiosità presente nel suo sito è quella che riguarda i libri. Garfunkel - viene presentato (o si presenta) come ‘vorace lettore’ - aggiorna una timeline dei volumi letti a partire dal 1968 ordinata per: numero progressivo di libri letti, mese in cui il libro è stato letto, nome dell’autore, titolo del volume e anno di pubblicazione dello stesso. Questi sotto riportati sono i libri da lui letti sino ad ora nel 2016 (lista aggiornata allo scorso mese di giugno):

1229 Jan 2016 Steve Silberman NeuroTribes.The Legacy of Autism (2016) 2016
1230 Jan 2016 Honore de Balzac The Human Comedy. selected stories (1830-40) 1830s,1840s
1231 Jan 2016 Buzz Bissinger Three Nights in August (2005) 2005
1232 Feb 2016 Kostya Kennedy Pete Rose. An American Dilemma (2016) 2016
1233 Mar 2016 Michael Lewis Moneyball (2003) 2003
1234 Apr 2016 Jonathan Franzen Freedom (2010) 2010
1235 May 2016 Morris Dickstein Why Not Say What Happened (2015) 2015
1236 May 2016 Stepen Greenblatt The Swerve (2011) 2011
1237 Jun 2016 William Shakespeare The Tempest (1611) 1611

Parallelamente alle letture fatte nel 2016 il musicista statunitense compila una lista nella quale compaiono i suoi libri preferiti tra quelli letti. Lista che si apre con “Le confessioni”, l’autobiografia scritta alla fine del settecento dal filosofo Jean Jacques Rousseau, letta nel giugno del 1968. E si chiude con il saggio del 2014 (letto nel luglio del 2015) di Howard Felperin “In another life”. Per un totale di 165 libri fondamentali per la sua formazione.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/li9hodGXHqgYlsk3p19r70umWNE=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fstatic.lafeltrinelli.it%2Fstatic%2Fimages-1%2Fxl%2F705%2F6105705.jpg


Alla musica e alla letteratura Art Garfunkel affianca la passione per il camminare. Così è introdotta la pagina del sito denominata ‘Walks’. Art ha fatto la sua prima 'camminata' agli inizi degli anni ottanta, quando era in Giappone e decise di attraversarlo. Nel 1984, uscì dal suo appartamento a New York per tagliare attraverso il Central Park, superare la Columbia University dove studiò e attraverso il ponte George Washington si ritrovò in New Jersey. Fu l'inizio.
"La maggior parte del tempo ero da solo con il mio Sony Walkman e il taccuino in tasca. Dopo oltre quaranta escursioni, circa tre all’anno in dodici anni, ho attraversato tutti gli Stati Uniti." La sua 'Walk across America' si chiuse nel settembre 1997 a South Jetty, sull'Oceano Pacifico, nello stato di Washington. Nel maggio 1994 ha iniziato a camminare in Europa partendo dall’Irlanda.
Chiaramente nel sito è pubblicata la cartina che visualizza il tracciato percorso da Garfunkel nel suo ‘coast to coast’ americano. Nel suo girovagare Art non ha dimenticato – e come si potrebbe – di toccare anche il nostro paese. Nel 2004 ha fatto la prima delle sue quattro tappe italiane. Nella prima è partito da Cuneo ed è arrivato a Genova. La seconda tappa lo ha visto lasciare Genova alla volta di La Spezia. Nel 2005 è tornato a La Spezia per recarsi fino a Firenze. La sua ultima tappa è stata la Firenze-Perugia.

(Paolo Panzeri)

il coast to coast di Art Garfunkel

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.