Morrissey e quella buffa storia del panino antivegano che si chiama come lui

Morrissey e quella buffa storia del panino antivegano che si chiama come lui

La vicinanza estrema di Morrissey, l'ex frontman degli Smiths, alla causa animalista, antispecista e vegana/vegetariana è cosa stranota. Come accade anche ai non famosi, anche Moz ha persone che sono d'accordo con lui in questa scelta e altre che lo criticano e attaccano anche il suo modo molto diretto, tranchant e intransigente di battersi per la causa.

Fra i critici che hanno deciso di "battersi" contro di lui, e con un'azione se non eclatante almeno buffa, ci sono i proprietari di una catena di chioschi di Chicago che vendono cibo in strada e agli eventi (la Puffs of Doom): dopo essere stati costretti a sospendere la vendita e la preparazione di cibo che contenesse carne durante l'ultima edizione del Riot Fest in concomitanza con il set di Morrissey, questi imprenditori hanno aggiunto al loro menu un nuovo sandwich. Si chiama Pork Morrissey ed è tutto tranne che anche solo lontanamente vegetariano (figuriamoci vegano). Contiene carne di maiale sfilacciata (il famoso pulled pork), tre tipi di formaggio e bacon. L'aspetto dovrebbe essere questo (che non è esattamente invitante, ma ognuno ha i suoi gusti):

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/g1Em_WpvNzFQk6X3YajvboZxlSU=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fassets.dnainfo.com%2Fphoto%2F2016%2F10%2F1476479647-277276%2Flarger.jpg

[via dnainfo]

L'iniziativa, ha spiegato uno dei co-proprietari della catena, non è diretta a criticare la scelta vegetariana/vegana, ma piuttosto l'atteggiamento arrogante di Morrissey e del suo staff che hanno imposto una condotta ai chioschi di cibo del festival:

Ha prevaricato questi piccoli imprenditori che già faticano ad andare avanti. E di certo questo non servirà a cambiare qualcosa.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.