Prince, sua sorella sapeva che la morte 'stava per arrivare'

Prince, sua sorella sapeva che la morte 'stava per arrivare'

"Sapevo che stava per arrivare": così la sorella di Prince, Tyka Nelson, parla della morte di suo fratello a distanza di sei mesi. Tyka ha rilasciato un'intervista a Entertanment Tonight nel quale ha rivelato che sapeva da almeno due anni che la morte del folletto di Minneapolis poteva arrivare da un momento all'altro:

"Lo ha detto lui un paio di anni fa: 'Ho fatto tutto il possibile. Mi sono sentito a pezzo per due anni'. Io ho avuto due anni di tempo per affrontare la questione, ma tante persone che hanno avuto tempo da aprile fino ad oggi".


Parlando poi della musica di Prince, in riferimento alle oltre 2.000 canzoni inedite che sarebbero state ritrovate nella sua abitazione di Paisley Park, sua sorella ha detto:

"Ha scritto una grossa quantità di musica. In una delle nostre conversazioni mi disse: 'Voglio essere ricordato come uno degli autori più prolifici al mondo. Farò tutto ciò che posso per far sì che questo sogno si avveri'".


Prince, lo ricordiamo, è morto per overdose accidentale di farmaci antidolorifici oppiacei: sono ancora in corso le indagini relative all'accertamento di eventuali responsabilità nella sua scomparsa e per stabilire se uno o più medici abbiano prescritto al cantautore il medicinale che gli è stato fatale o se questo provenisse dal mercato nero.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.