Gli autori di canzoni, questi misconosciuti. Un'ingiustizia che deve cessare.

Gli autori di canzoni, questi misconosciuti. Un'ingiustizia che deve cessare.

Ho trascorso un’intera settimana, a fine settembre, con un gruppo di autori di canzoni: i finalisti di “Genova per Voi” e i loro tutor (Mario Cianchi, Emanuele Dabbono, Franco Fasano e Alessandro Raina). Si è lavorato sulle loro canzoni, si sono fatti esercizi sulle capacità compositive e di scrittura di testi, e naturalmente si è anche parlato e discusso molto dei problemi della categoria.
Di conseguenza mi sono di nuovo concentrato su un tema del quale ho già scritto, ad esempio qui e qui, e che rappresenta la prossima battaglia contro i mulini a vento della quale mi sono intestato la paternità. Ed è quello della visibilità degli autori.
Senza farla troppo lunga: il tema è che i media (tutti), e non solo i media, non danno sufficiente spazio ai nomi degli autori delle canzoni.
Salvo casi rari, gli uffici stampa non li scrivono nei loro comunicati, quando mandano le tracklist degli album; non li scrivono nemmeno quando mandano un comunicato sull’uscita di un singolo (vedi ad esempio il primo singolo del prossimo album di Fiorella Mannoia, che s’intitola “Combattente”, come l’album, è che è stato scritto da Cheope e Federica Abbate – ma nel comunicato questa informazione non c’è); e non te li dicono nemmeno quando glieli chiedi (magari non li sanno, e sicuramente non hanno voglia di reperirli).
I nomi degli autori delle canzoni ci sono nei libretti dei CD, quando esiste una edizione “fisica” di un album (eventualità sempre meno frequente); ma non ci sono nei siti di vendita di canzoni digitali, non ci sono nei siti di streaming, non ci sono nei siti (autorizzati o no) che riportano i testi delle canzoni.
E non compaiono praticamente mai nei sottopancia delle trasmissioni televisive.
(Delle radio inutile parlare: spesso i conduttori non sanno nemmeno quale canzone stanno per trasmettere o hanno appena trasmesso, figuriamoci se possono conoscerne gli autori).
E, a dirla tutta, gli stessi interpreti delle canzoni spesso tendono a “dimenticarsi” di rendere il dovuto merito a quelli che hanno scritto le canzoni che loro cantano (e delle quali, nemmeno troppo raramente, figurano come coautori senza esserlo, per il solo fatto che le hanno registrate).
Eppure, senza qualcuno che le scriva, le canzoni non esisterebbero.
Vi domanderete come mai mi accaloro tanto su una questione che non mi riguarda personalmente (e per chi pensasse che invece mi riguardi: no, non scrivo canzoni). Semplice: perché quelli che secondo me dovrebbero combattere questa battaglia non lo fanno. Le associazioni di autori e di editori sembra abbiano altro a cui pensare, gli autori affermati e di peso non scendono in campo a difesa dei loro colleghi più giovani e meno conosciuti, i giornalisti musicali – categoria disgraziata della quale da tempo non mi onoro di far parte – si interessano più dei tatuaggi dei cantanti che delle canzoni che cantano.
E allora, in attesa che qualcuno – un gruppo di giovani autori, o un’associazione meno imbelle delle altre – si decida a farsi carico di questa missione, sto provando a fare qualcosa io, nel mio piccolo. E quel che posso fare è sollevare la questione, sperando che qualcuno si unisca a me. Vediamo che succederà – non mancherò di tenervi informati.

Franco Zanetti

 

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.