Zen Circus - la recensione di "LA TERZA GUERRA MONDIALE"

Zen Circus - la recensione di "LA TERZA GUERRA MONDIALE"

Dopo otto dischi, un ep e diciotto anni di carriera, The Zen Circus festeggiano la maggiore età con un nuovo disco di inediti. “La Terza Guerra Mondiale”, questo è il titolo scelto dalla band, è il disco al quale gli Zen hanno dedicato più tempo in studio, lavorando su ogni piccolo dettaglio, dalle melodie ai testi, dagli arrangiamenti ai suoni. Partendo da quaranta provini la band toscana ha scremato il materiale fino ad arrivare a dieci pezzi, potenzialmente dieci singoli. “La Terza Guerra Mondiale” è per questo il disco più “power pop” di The Zen Circus, arrangiato solamente con chitarra, basso, batteria e voci: per la prima volta in un disco Zen non ci sono tastiere aggiunte, synth, archi o fiati; una scelta volta a poter portare dal vivo il disco nella sua forma originale. Registrato e mixato da Andrea Appino presso 360 Music Factory Recording di Livorno e masterizzato da Andrea “Bernie” De Bernardi presso Eleven Mastering di Busto Arsizio (VA), “La Terza Guerra Mondiale”, è in uscita il 23 settembre per La Tempesta Dischi.

I modi forse sono cambiati, ma la sostanza rimane la stessa. Il tempo in cui gli Zen Circus ci mandavano affanculo è diventato il tempo degli Zen Circus che cantano sulle macerie di una guerra mondiale, sussurrandoci che andrà tutto bene. Perché se i modi sono sì cambiati - e al nono disco ci si può effettivamente dedicare a sfornare dieci singoli basati esclusivamente su chitarra, basso, batteria e voce - la sostanza è che Andrea Appino (e di conseguenza gli Zen Circus) non ha perso un briciolo di voglia di provocare, senza mandarla a dire...

Leggi la recensione completa di "LA TERZA GUERRA MONDIALE" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti Testi
25 ago
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.