Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Recensioni concerti / 22/09/2016

One Republic All'Apple Music Festival - RECENSIONE E FOTO

One Republic All'Apple Music Festival - RECENSIONE E FOTO

Quarta serata dell’Apple Music Festival ed è il momento per gli OneRepublic di guadagnarsi il palco.

Mentre la band è già sul palco circondata da luci laser, Ryan Tedder si prende del tempo; come da lui stesso abbondantemente stimato ci sono ‘solo’ circa 6.5 miliardi di persone che stanno guardano questo spettacolo, trasmesso in tutto il mondo, quindi nessun grosso problema. Durante la serata si scopre che ogni membro della band è un batterista part-time o violoncellista, è giusto dire che uno dei momenti clou della serata è la messa in evidenza del loro virtuosismo, da Tedder  che si alterna magistralmente tra pianoforte e chitarra, passando per un eccezionale segmento solista di flamenco loop suonato dal chitarrista Zach Filkins.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/-LwDa-xJolJN6TB-bJeUYZNrVXI=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.rockol.it%2Fimg%2Ffoto%2Fupload%2F20160921-onerepublic-amf10-ka-img-8008.jpg

La loro energia inizia a sprigionarsi su “Love runs out”. A volte è molto difficile vedere dove Tedder sia sul palco, mentre corre da una parte all'altra. Alla fine lo troviamo orgogliosamente in piedi sul pianoforte.

Gli OneRepublic sono inesorabilmente accattivanti; non importa se la band ci piace o no, se siamo qui per lavoro o abbiamo accompagnato i nipoti, alla fine stiamo canticchiando i loro più grandi successi, “All the right moves”, “Apologize”, “Stop and stare”. Questo è uno spettacolo pop molto ben confezionato: è un trionfo di suoni ricchi, potenti e di colori. Gli OneRepublic sono costruiti su tracce pop-rock da stadio e ballate grandiose, piene di sentimento, come “Good life" e “I lived". Qualcosa che ci aspettiamo già di ascoltare nel nuovo album, "Oh my my" (in uscita il 7 Ottobre). Tedder è così gentile da farci ascoltare in anteprima “Let’s hurt tonight" - la sua preferita, prende in prestito qualcosa dagli album precedenti, accompagnata dalle doti vocali di Tedder. Il set si chiude in un’atmosfera rave/disco (altro prestito) con “If I lose myself” (Alesso remix).

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/cWLI4KkePtBCqCXHxQxf4qw3izk=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.rockol.it%2Fimg%2Ffoto%2Fupload%2F20160921-onerepublic-amf10-ka-img-0848.jpg

Per dare ulteriore prova che molto viene preso in prestito dalla cultura pop Tedder & co. si mettono alla prova con una versione di "What a wonderful world" di Armstrong. Bisogna dare credito di una cosa agli OneRepublic, le loro melodie sono inesorabilmente orecchiabili, pronte per riempire gli stadi.

 

SETLIST

A.I. (Intro)
Love Runs Out
Secrets
Wherever I Go
All the Right Moves
Let's Hurt Tonight
Stop and Stare
Apologize
Good Life
Spanish Guitar Medley
Counting Stars
Kids
I Lived
Future Looks Good 
What a Wonderful World (Louis Armstrong cover)
If I Lose Myself (Alesso Remix)

Scheda artista Tour&Concerti
Testi