Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 21/09/2016

Kings of Leon: "Ora non odiamo più "Sex on fire"

Kings of Leon: "Ora non odiamo più "Sex on fire"

I Kings of Leon hanno finalmente fatto pace con la loro maggiore hit “Sex on fire”, canzone inclusa nell’album ”Only by the night” del 2008. Sei anni fa in una intervista al Toronto Sun la definirono molto duramente come ‘un vero pezzo di merda’ e dissero che stavano pensando di eliminarla dai loro set dal vivo.
Non male per una canzone il cui ritornello, nel 2012, gli inglesi dell’NME – con anglosassone pacatezza – decretarono essere il quarto più esplosivo di tutti i tempi.

Ora parlando con Q il frontman Caleb Followill ha rilasciato dichiarazioni di tutt’altro tono: “Ora amo “Sex on fire”. Ovunque noi si suoni nel mondo, non appena la iniziamo la gente impazzisce. Nel nostro pensiero doveva essere un momento divertente dell’album. Nei nostri album ci sono sempre delle canzoni più divertenti. Lei doveva essere uno di questi. Quando ho visto come era stata accolta mi sono detto ‘Wow, non è proprio quello che mi aspettavo. Se però mi guardo indietro sono orgoglioso di lei”.

Nel 2008 Caleb all’NME disse che la band quasi non si preoccupò della registrazione di “Sex on fire” perché pensava che fosse terribile. “Avevo questa melodia ma non sapevo cosa dire. Poi un giorno gli ho cantato sopra “This sex is on fire" e mi sono messo a ridere. Ho pensato che fosse terribile, ma gli altri mi dicevano 'Va bene, è un gancio'. Io ho pensato 'Vaffanculo!', ma alla fine l’ho scritta".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi