Freddie Mercury: inaugurata da Brian May una targa sulla casa dove visse a Londra - GUARDA

Freddie Mercury: inaugurata da Brian May una targa sulla casa dove visse a Londra - GUARDA

Una targa celebrativa è stata affissa sulla casa in cui abitò Freddie Mercury dal 1964 quando, con la sua famiglia, si trasferì dall’esotica isola di Zanzibar a Londra. La cerimonia per la inaugurazione della targa è stata officiata da Brian May e dalla sorella dell’indimenticato frontman dei Queen Kashmira Cooke.

Parlando alla BBC Cooke ricorda: "La casa non aveva il riscaldamento centralizzato. Non ne sapevamo nulla di stufe a carbone e ci dovettero insegnare come accenderla.” Si ricorda che suo fratello passava gran parte del tempo in casa a "disegnare per la sua scuola d'arte" e ad "ascoltare musica, in particolare Jimi Hendrix." E aggiunge: "Passava ore in bagno ad acconciarsi i capelli. All'epoca non ero proprio contenta perché c'era un solo bagno…” A proposito della targa commemorativa dice: "Io e la mamma ne siamo felici e orgogliose e, di nascosto, lo sarebbe stato anche lui.”

Freddie Mercury incontrò Brian May e il batterista Roger Taylor alla scuola d’arte di Ealing. May frequentò da subito la casa di Mercury: "Passavamo la maggior parte della giornata ad analizzare e ad apprezzare in ogni minimo dettaglio il modo in cui Jimi Hendrix aveva inciso le sue canzoni." Racconta May a News and Star: "Quello che ricordo di Freddie è difficile da riassumere. Era timido e si vergognava di vivere ancora con la mamma, così spesso dormiva sui pavimenti a casa della gente per sentirsi come se si fosse emancipato. Aveva una straordinaria capacità di stimolare le persone. Sapevamo che lui era un qualcosa di speciale”.





Guarda Brian May e la sorella di Freddie Mercury davanti alla casa

Scheda artista Tour&Concerti Testi
BLUES
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.