Spotify nega l'accusa di penalizzare gli artisti legati in esclusiva a Apple e Tidal

Spotify nega l'accusa di penalizzare gli artisti legati in esclusiva a Apple e Tidal

La battaglia dello streaming è in corso. Spotify pare stia penalizzando tutti gli artisti che hanno rilasciato in esclusiva la loro musica ad altri servizi di streaming.

Secondo Bloomberg, l'azienda svedese tenta di combattere le offerte esclusive dei suoi rivali rendendo più difficile ricercare musica di artisti che hanno affidato lo streaming dei loro album ad altre società.

Dal lancio del suo servizio di streaming lo scorso anno, Apple ha chiuso accordi in esclusiva con una serie di artisti, tra i quali Drake e Chance the Rapper. Così come Tidal quindi che ha cercato di attirare clienti con, tra gli altri, Beyoncé e Kanye West.

Spotify sta nascondendo le canzoni di quegli artisti rimuovendoli dalle playlist per cercare di dissuadere le etichette a concedere le esclusive. La scorsa settimana, la società ha criticato la politica degli album in esclusiva sui servizi di streaming.

Troy Carter, Spotify global head creator services, ha detto in un’intervista a Billboard che questa politica è "un male per gli artisti, un male per i consumatori e un male per l'intero settore". Aggiungendo che Spotify non intende competere con i suoi rivali per le esclusive con gli artisti.

I commenti di Carter arrivano qualche giorno dopo che Universal ha comunicato di aver deciso di smettere di offrire esclusive ai servizi di streaming dopo l’uscita dell’album di Frank Ocean “Blonde”.

Il mese scorso Kanye West ha criticato il clima di aggressiva concorrenza tra Apple, Tidal e Spotify e ha invitato le tre società a "lasciare che i ragazzi ascoltino la musica".

Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.