Enzo Mazza (FIMI): 'Il bonus culturale del governo Renzi discrimina la musica'

Enzo Mazza (FIMI): 'Il bonus culturale del governo Renzi discrimina la musica'

Il presidente della FIMI Enzo Mazza è intervenuto - per mezzo di un post apparso sulle pagine dell'Huffington Post - per commentare l'approvazione del decreto attuativo per il bonus cultura da 500 euro ai diciottenni previsto dalla legge di stabilità varata dal governo Renzi: secondo Mazza il buono - che include spettacoli dal vivo, libri (anche in formato digitale) e abbonamenti per cinema e teatri - non includendo anche prodotti musicali (in formato sia fisico che digitale) e sottoscrizione a servizi di streaming a pagamento discrimina il comparto musicale. "Se c'è un settore dell'industria culturale che ha fatto più innovazione in questi ultimi anni per individuare modelli di business per la fruizione di contenuti da parte dei giovani è proprio quello musicale", scrive il presidente dell'associazione di categoria dei discografici italiani, "(...) Ma al governo i giovani consumatori di musica non sembrano interessare e a questi il bonus è stato precluso, si dovranno accontentare di qualche video gratis su YouTube evidentemente, con buona pace della cultura".

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.