Le liste di Rockol: gli album essenziali del rock italiano anni Novanta (1 / 15)

Le liste di Rockol: gli album essenziali del rock italiano anni Novanta

Sarebbe scorretto impostare un discorso basandosi sulla concomitanza con la deflagrazione - a livello mainstream - del fenomeno grunge oltreoceano, o dell'ondata brit-rock oltremanica, così come suonerebbe per lo meno ingiusto non ricordare che il rock, in Italia, lo si faceva - ottimamente - già dagli anni Sessanta: gli anni Novanta, tuttavia, per la scena tricolore hanno rappresentato un periodo interessante, che merita di essere ricordato. Una serie di circostanze - un settore discografico non florido ma ancora vitale, l'affermazione dei network televisivi musicali, l'affacciarsi dei new media - portarono all'emersione di un panorama rimasto confinato fino ad allora in quello che si chiamava underground, frequentato da un pubblico tanto selezionato quanto chiuso. Questa rivoluzione a bassa intensità portò con se aspetti positivi (molti) e negativi (qualcuno): la platea generalista entrò in contatto e iniziò ad abituarsi a sonorità più moderne e meno omologate, e le band che fino a qualche mese prima ciclostilavano i volantini da appendere alle fermate degli autobus iniziavano a pensare in grande, assumendo tutti i pregi e i difetti - con una netta predilizione per i secondi - di quella che fino ad allora era la discografia di serie A.

A risentirli due decenni dopo, i dischi rock anni Novanta suonano talvolta fuori fuoco, a tratti pretenziosi, spesso - nella migliore accezione del termine, però - ingenui, ma chi oggi ha almeno 35 anni e ha vissuto quel periodo già nell'età della (quasi) ragione non può non ricordare come fosse netta, in tanti o quasi tutti, la sensazione che stesse davvero succedendo qualcosa, e che davvero si potesse imbracciare la chitarra elettrica ed essere credibili senza gli auanagana e senza passare per dei Nando Moriconi molto in ritardo. Certo, la storia poi ha ridimensionato le proporzioni, e l'obiezione più facile che in tanti potrebbero sollevare è che istituzionalizzare qualcosa nato e cresciuto fuori (e per stare fuori) dalle istituzioni stesse - l'alternative rock, come lo chiamavano allora, dopo essersi accorti che "underground" lo usavano già i loro genitori - ha fatto più danni della grandine, e se adesso abbiamo gruppi che al primo EP autoprodotto già bombardano i social di teaser manco fossero Beyoncé è tutta colpa di quel periodo, quando qualcuno ha provato - riuscendoci - a mirare in alto. Ma nei rivolti dei cambiamenti qualche effetto collaterale lo si trova sempre. E poi, dato che come è noto non si esce vivi dagli anni Ottanta, si può dire che tutto sommato sia andata di lusso.

Ecco quali sono, secondo noi (e in rigoroso ordine cronologico di uscita), gli album essenziali del rock italiano anni Novanta: buona lettura!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.