Chris Cornell, arrestata una stalker prima di un suo concerto

Chris Cornell, arrestata una stalker prima di un suo concerto

Il frontman dei Soundgarden Chris Cornell, vittima di una mitomane? Parrebbe essere proprio così. Una donna è stata arrestata mercoledì sera fuori dal Louisville Palace Theatre di Louisville (Kentucky) prima di un concerto del musicista statunitense.

Tutte le venue del tour di Cornell erano in stato di allerta alla ricerca di tale Jessica Robbins che aveva applicato un tag elettronico alla caviglia per un’ordinanza del tribunale nel 2014. Lei aveva rimosso il tag e da allora si era resa irreperibile. La Robbins è stata arrestata mentre tentava di entrare all’interno del teatro. Ora il caso è di competenza dell’FBI.

La Robbins era stata arrestata nel 2014 con l’accusa di stalking nei confronti di Cornell dopo averlo molestato on-line. Cornell e la moglie avevano tolto i loro due figli Toni e Christopher dalle scuole statali di New York dicendo che temevano che potessero essere molestati dalla Robbins. Cornell disse che una volta credeva che la Robbins fosse entrata nella sua casa di Miami.
 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.