Pink Floyd, dichiarazioni shock di Franka Wright: droga, sesso e tradimenti

Pink Floyd, dichiarazioni shock di Franka Wright: droga, sesso e tradimenti

La storia d'amore tra Franka e Richard Wright non è mai stata rose e fiori: è quello che si deduce da alcune recenti dichiarazioni shock della donna, che fu legata sentimentalmente al tastierista e membro fondatore della leggendaria rock band britannica. La donna sta scrivendo un libro con il quale spera di chiudere una volta per tutte con un passato doloroso: Franka racconta quella che è stata la sua vita con Richard Wright dal primo incontro, che avvenne nel 1981 (quando la storia d'amore tra il musicista e la sua prima moglie, Juliette Gale, era in crisi), fino al divorzio. Dice la donna al Daily Mail:

"Quando ci siamo incontrati lui aveva solo un paio di jeans, la sua igiene personale era discutibile e la sua casa di Knightsbridge era caotica. Aveva bisogno di qualcuno che si prendesse cura di lui ed è ciò che ho fatto io".



Nel 1979, durante le fasi finali delle registrazioni di "The wall", Richard Wright fu allontanato dai Pink Floyd a causa della sua condotta, ritenuta poco decorosa dagli altri componenti della band (e soprattutto da Roger Waters). Stando a quanto lei stessa racconta, fu proprio Franka a far riappacificare Wright con gli altri membri del gruppo, sancendo il ritorno del tastierista nella formazione:

"E' grazie a me che loro ripresero a parlarsi di nuovo. E non ho mai ricevuto un ringraziamento pubblico per ciò che ho fatto".



Richard Wright fu reintrodotto ufficialmente nel gruppo nel 1987, quando prese parte alle lavorazioni dell'album "A momentary lapse of reason" e al tour mondiale durato ben due anni, fino al 1989, che vide i Pink Floyd esibirsi anche a Venezia (la storica esibizione nel Bacino San Marco del 15 luglio 1989). Ricorda Franka:

"I concerti erano come opere d'arte. Esperienze visive intense con fuochi d'artificio, luci e laser".



Dopo ogni concerto, però, il tavolo del camerino di Rick era sempre pieno di droga e alcool. In merito al rapporto del tastierista con gli stupefacenti, Franka rivela:

"Io lo pregai di non assumere droghe quando eravamo in Grecia e lui divenne furioso quando lo vidi assumere cocaina nel bagno del nostro appartamento ad Atene".



Franka e Richard provarono più volte ad avere figli, ma la donna finiva puntualmente per perderli con degli aborti spontanei:

"Durante i dieci anni che ho trascorso con Rick ho avuto quattro aborti e durante uno di questi sono quasi morta. Rick mi tradiva costantemente".



Continui i rapporti sessuali tra Richard Wright, le coriste del gruppo e le groupies. Una di queste, restò pure incinta e Franka lo scoprì quando si precipitò a dare il benvenuto a suo marito da un tour, al porto di Atene:

"Lei indossava una sua camicia. Le chiesi da quanto tempo andava avanti la loro relazione. Lei mi guardò, si sbottonò la camicia e mi mostrò il ventre rigonfio. Era chiaramente incinta. Questa cosa mi devastò".



Questo evento rappresentò la goccia che fece traboccare il vaso: era il 1992 e Franka decise di divorziare.

"Non avrei mai sopportato di vedere una donna essere madre di suo figlio - spiega - dopo che noi avevamo perso così tanti bambini".



Richard Wright provò a dissuaderla, ma Franka aveva ormai "il cuore spezzato". Dopo il divorzio, Rick ha sposato la ragazza, Mildred Hobbs, e ha poi riconosciuto la paternità del piccolo Ben. Franka dice di essere rimasta senza un soldo dopo il divorzio con Wright, che quando è morto di cancro nel 2008 ha lasciato un'eredità da 24 milioni di sterline (circa 28,5 milioni di euro). La donna era stata designata come beneficiaria di un assegno di mantenimento mensile fino alla sua morte, ma nel corso di questi anni non avrebbe visto mezza sterlina.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.