Londra, ieri la marcia contro la Brexit con Bob Geldof e Jarvis Cocker (Pulp): cosa è successo e chi c'era

Londra, ieri la marcia contro la Brexit con Bob Geldof e Jarvis Cocker (Pulp): cosa è successo e chi c'era

Migliaia di manifestanti pro UE si sono radunati ieri, sabato 2 luglio, a Londra, per manifestare contro l'esito del referendum che ha virtualmente posto la Gran Bretagna fuori dall'Unione Europea: sulle note di classici del rock e del pop - con il classico di Whitney Houston trasformato in “I Will Always Love EU” o l'immortale beatlesiana "All you need is love" customizzata in “All EU Need Is Love” - gli europeisti inglesi hanno marciato da Park Lane a Westminster sotto la guida di personalità di primo piano della scena musicale d'oltremanica, che dopo il temuto sì referendario alla Brexit si è schierato compatto nella frazione pro-Bruxelles.

"Siamo realisti", ha spiegato Bob Geldof, che già prima della consultazione era uno strenuo promotore del "remain", tanto da manifestare sul Tamigi contro Farage insieme alla parlamentare Jo Cox, uccisa da un estremista sostenitore del "leave": "Twittare la vostra indagnazione non vi farà ottenere nulla. Uscite allo scoperto. Datevi da fare coi vostri amici, colleghi e nel vostro quartiere. Dobbiamo organizzarci individualmente, organizzare chi ci sta intorno e fare tutto ciò che sia in nostro potere per impedire che questo paese venga distrutto".

Tra le personalità musicali presenti alla dimostrazione, oltre a Jarvis Cocker, c'era anche Jonathan Shakhovskoy: figura piuttosto defilata rispetto ai frontman dei Boomtown Rats e Pulp, Shakhovskoy è in realtà un discografico e produttore di lungo corso. Già al lavoro in studio con - tra gli altri - U2, Beady Eye, Stereophonics, Crowded House e Shakira - oggi Jonathan è a capo di Script, agenzia musicale multipiattaforma che conta tra i propri clienti Google, Rolls Royce, Adida e Converse, e che - quindi - il polso sulle possibile conseguenze economiche e finanziarie del leave ce l'ha: "Se questa marcia non è abbastanza grossa ne faremo un'altra settimana prossima", spiega al Guardian, "E poi una la settimana dopo. Renderemo normale questa situazione, e renderemo tutto ciò un po' meno brutto".

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.