Fabri Fibra contro Valerio Scanu, il rapper commenta la sentenza: 'In Italia il rap lascia ancora interdetti'

Fabri Fibra contro Valerio Scanu, il rapper commenta la sentenza: 'In Italia il rap lascia ancora interdetti'

Fabri Fibra commenta la notizia relativa alla condanna di diffamazione nei confronti di Valerio Scanu; il rapper ha pubblicato un post sulla sua pagina Facebook ufficiale nel quale chiarisce la sua posizione sull'argomento: per chi si fosse sintonizzato solo ora, Fibra è stato condannato a pagare una multa e una provvisionale di 20.000 euro come risarcimento a Valerio Scanu per una serie di frasi contenute nel testo di una sua canzone del 2013, "A me di te", rivolte - come lasciano intuire alcuni indizi - proprio al cantante sardo (il cui nome, in realtà, non viene mai citato nella canzone - se non in maniera "deformata"). Scrive Fabri Fibra:

"'A me di te' è nato come un pezzo divertente, scritto in freestyle, è roba che non andrebbe presa sul serio, i nomi nel testo sono deformati, proprio per far ridere e per creare una situazione ironica. [...] Nei momenti di calma piatta, tirar fuori una canzone di tre anni fa e alzare un polverone come questo, probabilmente fa comodo a chi ci guadagna. [...] Non solo non sono omofobo, ma l'orientamento sessuale di chicchessia non modifica minimamente la mia opinione sugli altri. [...] Ho sempre criticato i personaggi di un certo tipo che arrivano sotto i riflettori grazie a mille strategie e scorciatoie televisive, nei miei dischi sono libero di poterlo fare, lo faccio nel mio stile e non credo di offendere o danneggiare veramente nessuno. [...] In Italia il rap lascia ancora interdetti e pago perciò questi 20.000€ di multa per avere avuto la possibilità di criticare e raccontare con il rap certe immagini e situazioni.".



Riferendosi nello specifico a Valerio Scanu, poi, il rapper ha aggiunto:

"Non conosco Valerio Scanu e non mi interessa conoscerlo, sarà senz'altro una brava persona, ma artisticamente non mi coinvolge, come non mi coinvolgono tutti gli artisti che cantano canzoni scritte da altri e che sono legati a queste dinamiche discografiche e dell'ambiente dello spettacolo, oggi come oggi più che mai ripetitivo. A me di lui né della sua sessualità non importa nulla, ma mi viene spontaneo criticare, con il rap, tutte queste incongruenze che compongono questo tipo di carriera. La mia carriera è differente, io sono qui grazie a me stesso e a quello che ho scritto negli anni, la forza della mia musica sta qui. Ho sempre fatto questo genere musicale, lascio quindi che sia la musica a parlare per me e ad attirare l'attenzione, non sono il tipo che vedrete sopra un'isola dei famosi con addosso un costume ridicolo o ad azzardare imitazioni in tv. Per altri artisti invece un po' di esposizione, qualunque essa sia, non si rifiuta mai".





Valerio Scanu, da parte sua, non ha al momento commentato la notizia né risposto a Fabri Fibra.

Dall'archivio di Rockol - Fabrizio Tarducci in arte Fabri Fibra
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.