Pink Floyd, lo studio dove registrarono parte di 'The wall' diventa un condominio - GUARDA

Pink Floyd, lo studio dove registrarono parte di 'The wall' diventa un condominio - GUARDA

Il Britannia Row Studios, lo studio di registrazione dove i Pink Floyd registrarono alcuni dei loro album, sta per essere trasformato in un condominio. Il Consiglio di Islington, il borgo londinese dove è situato lo studio, ha infatti approvato i piani di ristrutturazione per lo stabile, i quali prevedono l'aggiunta di due piani (che ospiteranno lussuosi appartamenti in affitto). Il resto della palazzina sarà riservata ad uffici aziendali.

Il Britannia Row Studios fu costruito proprio dai Pink Floyd nella metà degli anni '70, dopo il successo ottenuto dalla leggendaria rock band con "Wish you were here" (che fu registrato ad Abbey Road). Le sale dello studio ospitarono le registrazioni dell'intero "Animals", tra l'aprile e il dicembre del 1976 (il disco uscì a gennaio del 1977). Il Britannia Row Studios ospitò anche parte delle lavorazioni di "The wall", che si svolsero tra l'Inghilterra, la Francia (Studio Miraval) e gli Stati Uniti (CBS 30th Street Studio di New York e Producers Worhshop di Los Angeles). I Pink Floyd tornarono a registrare nello studio di Islington nel 1993, quando si misero al lavoro su quello che sarebbe poi diventato "The division bell" (14esimo album della band, uscito nel marzo del 1994). Nello stesso periodo, il Britannia Row ospitò anche le lavorazioni di alcuni dei brani rimasti chiusi nel cassetto fino al 2014, quando i Pink Floyd li rispolverarono per l'album "The endless river".

Ecco un video girato proprio tra le mura del Britannia Row Studios, mentre i Pink Floyd registrano "Evirka", una prima versione di "Wearing the inside out" (brano contenuto in "The division bell"):





Il video di "Another brick in the wall part 2", dall'album "The wall" del 1979, fu girato proprio nei pressi del Britannia Row e conteneva immagini con studenti della vicina Islington Green School:





Ma i Pink Floyd non furono gli unici a frequentare il Britannia Row Studios: tra gli artisti che registrarono i loro dischi nelle sale dello studio di Islington ci sono anche Bjork, Joy Division, New Order, Kate Bush. Jimmy Page e Robert Plant dei Led Zeppelin ci registrarono una cover di "My bucket's got a hole in it", classico attribuito a Clarence Williams che fu portato al successo da Hank Williams nel 1949:




 

Scheda artista Tour&Concerti Testi
PROG ITALIANO
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.