Brexit music: l'Inghilterra raccontata dagli inglesi (nelle canzoni) (1 / 18)

Alla fine hanno avuto la meglio quelli che, la Manica, non la vedono solo come un elemento geografico, ma come il simbolo del distacco dal continente: con la consultazione popolare chiusasi nella tarda serata di ieri, giovedì 23 giugno, la Gran Bretagna ha deciso di abbandonare l'Unione Europea.

Tracciare bilanci o ipotesi su cosa possa comportare questa scelta sul mondo musicale è prematuro: come hanno spiegato gli analisti in queste ore, ci vorranno almeno due anni perché il paese negozi con le autorità di Bruxelles la propria ritrovata indipendenza. Di certo, gli inglesi all'identità nazionale ci hanno sempre tenuto. Basta dare un'occhiata allo scaffale dei dischi per rendersene conto...

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.