Prince: Judith Hill racconta la notte dell'atterraggio d'emergenza, una settimana prima della morte

Prince: Judith Hill racconta la notte dell'atterraggio d'emergenza, una settimana prima della morte
Credits: Prince Estate - Jeff Katz

E' Judith Hill, cantante e stretta collaboratrice di Prince negli ultimi due anni prima della sua morte, a raccontare da testimone oculare gli eventi di quella notte del 15 aprile scorso, quando durante un volo sul suo jet privato il Purple One si sentì male. Con un atterraggio di emergenza venne ricoverato per poche ore e poi dimesso (inizialmente si parlò di influenza, ma si trattava di un'overdose accidentale di antidolorifici oppiacei). Una settimana dopo era morto. Lei era sull'aereo, al suo fianco, e ha raccontato al "New York Times" ciò che ha visto.

Judith racconta che durante una conversazione con Prince lo ha visto improvvisamente perdere conoscenza. Ha subito avvisato lo staff, ma l'artista non si riprendeva, per cui il pilota del velivolo ha subito avvisato la torre di controllo di Chicago per chiedere un atterraggio d'emergenza per motivi medici. Quando l'aereo ha toccato il suolo, all'1:17, a Moline, un'ambulanza era già sulla pista per prendere in consegna Prince - che è stato subito trattato con un'iniezione di Narcan, un farmaco tipicamente utilizzato per contrastare gli effetti delle overdose da oppiacei.

All'arrivo all'ospedale Trinity Moline Prince, racconta la Hill, Prince aveva ripreso conoscenza e parlava:

E' stato un vero sollievo per me, perché temevo fosse morto.

Purtroppo il tragico appuntamento col destino era solo stato rimandato.

Dall'archivio di Rockol - "Sign o' the times" di Prince: 5 curiosità sull'album e il tour
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.