Led Zeppelin, processo per "Stairway to heaven": ora la parola spetta alla giuria per il verdetto

Led Zeppelin, processo per "Stairway to heaven": ora la parola spetta alla giuria per il verdetto

Dopo cinque giornate di intenso dibattito/scontro, siamo giunti al momento clou, ovvero l'attesa del verdetto che è ora nelle mani della giuria chiamata a decidere le sorti del processo.

La causa - lo ricordiamo - vede da una parte il legale che rappresenta gli interessi di Randy Wolfe (alias Randy California, compositore principale degli Spirit) e dei suoi eredi, mentre a difendersi sono i Led Zeppelin - in pratica Robert Plant e Jimmy Page - accusati di avere copiato parte della loro iconica "Stairway to heaven" da un brano degli Spirit intitolato "Taurus".

Francis Malofiy, legale che rappresenta Wolfe, ha chiesto, in chiusura della sua arringa, un terzo dei proventi derivanti dal brano, in quanto a suo dire palesemente copiata da "Taurus". Ha anche messo in dubbio l'affidabilità di Plant e Page, che lui in qualche modo accusa di non ricordare, selettivamente e ad hoc per il processo, tutto ciò che riguarda il loro rapporto con gli Spirit e la musica che facevano.

Peter Anderson, avvocato degli Zep, ha sottolineato come gli eredi di Wolfe non siano i proprietari dei diritti di "Taurus", in quanto Wolfe li avrebbe ceduti negli anni Sessanta a Hollenbeck Music; in più, anche se lo fossero, per Anderson le similitudini fra i due pezzi sono derivanti dall'utilizzo di schemi e accordi comunissimi, di pubblico dominio, quindi non ci può essere plagio.

Ora, appunto, è tutto nelle mani dei giurati che - dopo questi cinque giorni di prove, controprove, obiezioni e dibattimento, dovranno decidere le sorti del processo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.